• 06/05/2013

L'isola che non c'era

L' Isola ecologica per la raccolta differenziata all’Iper di Lastra per farmaci scaduti, pile esauste, toner e olio vegetale esausto

Inaugurata lo scorso 7 maggio all’Iper di Lastra a Signa, l’Isola che non c’era è realizzata in collaborazione con Publiambiente e il comune di Lastra a Signa.

Si tratta di un nuovo progetto per la raccolta differenziata nei punti vendita e nelle gallerie commerciali di Unicoop Firenze. Si tratta di quattro contenitori dedicati alla raccolta di farmaci scaduti, pile esauste, toner e olio vegetale esausto in cui i cittadini possono portare i propri rifiuti casalinghi più inquinanti. Un ulteriore contributo di Coop per la salvaguardia dell’ambiente.

Si tratta di materiali che, se dispersi o abbandonati, possono creare danni impensabili. Una sola pila al mercurio (vecchia generazione, ma potremmo averla in ca-sa) può inquinare addirittura 30 milioni di litri d’acqua. Il toner, se disperso nell’ambiente, ha polveri finissime che se restano sospese a lungo in aria possono creare rischi per la salute. L’olio esausto pur non essendo pericoloso, tuttavia causa gravi danni a flora e fauna. I farmaci scaduti infine sono sempre molto pericolosi e non riciclabili in alcun modo. Tuttii questi elementi non possono finire fra i rifiuti domestici perché appartengono alla tipologia di rifiuti urbani pericolosi ed è indispensabile utilizzare punti di raccolta differenziata.

L’isola che non c’era ora…c’è ed è un ulteriore servizio di Unicoop Firenze per soci e clienti.