Guida agli articoli da campeggio

Scritto da Bruno Santini |    Giugno 1999    |    Pag.

Attore e giornalista. Attore teatrale (con esperienze al fianco di S. Randone, E. M. Salerno, A. Asti...), cinematografico (in film di Pieraccioni, Monicelli, Panariello, Vanzina...) e televisivo (in fiction come 'La squadra', 'Carabinieri 2", "Vivere", "Questa casa non è un albergo"...). Giornalista dal 1990, è anche speaker ed autore radiofonico. E' il conduttore del programma televisivo "InformaCoop".

'Fantozzi,
Vacanze in tenda
per sfuggire alle tagliole dell'organizzazione, ha pensato di vivere una libera vacanza in campeggio a contatto con la natura, lontano da alberghi e itinerari consigliati. Si è comperato allora una tenda. Mai una decisione fu più tragica'. Per fortuna le vacanze in campeggio non sono sempre così bestiali come quella che Paolo Villaggio faceva vivere al suo eroe nel libro 'Fantozzi' (ed. Rizzoli, 1971).Un modo per evitare spiacevoli sorprese può essere, ad esempio, seguire una certa razionalità nello scegliere quello che è l'accessorio principe: la tenda. Il mercato ne propone di due tipi: la canadese e la igloo.Quest'ultima sembra essere, allo stato attuale delle cose, la preferita, soprattutto in virtù di una maggiore comodità e facilità di montaggio. Nel mese di giugno i soci potranno acquistare a un prezzo davvero interessante 'Liberty', la tenda a igloo della Ferrino, marca leader nel settore del camping e del tempo libero.Le igloo possono essere mono-telo (decisamente più economiche, con prezzi intorno alle 60 mila lire, e consigliabili per un fine settimana al mare) oppure doppio-telo, ovviamente più indicate là dove c'è bisogno di una maggiore resistenza a un clima più ventoso e freddo (per quest'ultime c'è una promozione nei 4 Ipercoop della Toscana, fino al 12 giugno, per tende d'importazione, con prezzi che variano dalle 79 mila alle 189 mila lire). Particolare non da poco: le cuciture della tenda. Il nostro consiglio: orientarsi per quelle termosaldate, più resistenti alle infiltrazioni d'acqua.Per gli amanti delle novità a tutti i costi e per non ripetere le fantozziane situazioni di martellate sul pollicione, c'è da segnalare la tenda ad igloo automatica. Basta toglierla dal sacco... e si monta da sola. Unici due inconvenienti: la poca disponibilità di varie misure e i prezzi, al momento ancora un po' alti... Ma per il modello 190x100x230 c'è un'interessante promozione a 159 mila lire.Altro accessorio di primaria importanza è lo zaino. Non molto tempo fa veniva usato solo per la montagna ma adesso trova largo uso anche in campeggio. Ultimamente il mercato ne propone vari modelli, con capacità di riempimento dai 25 ai 65 litri. Da non sottovalutare gli spallacci e gli schienali imbottiti, nel caso in cui i pesi da caricarsi addosso siano notevoli. Il prezzo degli zaini varia dalle 35 alle 70 mila lire.Molto del successo di una vacanza dipende anche dalla scelta di un buon sacco a pelo. Ve ne sono di imbottiti di piuma (indicati per una vacanza invernale) oppure sintetici in nylon per l'estate. Per una meta montana è preferibile il sacco a 'mummia', per una destinazione marittima quello aperto. I prezzi per questi articoli vanno dalle 30 alle 40 mila lire... Particolarmente ghiotta l'offerta del sacco a pelo Ferrino, fatta ai soci a giugno, per chi richiede un prodotto griffato e di ottima rifinitura.Da ponderare anche la scelta del sottosacco (o materassino). Due, fondamentalmente, i tipi in commercio: il monostrato arrotolabile in pvc (il cui costo non supera le 20 mila lire) e quello gonfiabile, più confortevole ma da usare su un terreno 'pulito' per evitare le forature. Costano più del doppio ma, telati e non, possono essere usati anche al momento del bagno.Per quanto riguarda brandine, tavoli, sedie e poltroncine, il materiale che tira di più il mercato è l'alluminio. Ovvi i pregi rispetto a resina e legno: la leggerezza e la resistenza ai fattori climatici. Unico neo: il prezzo più alto.L'abc del buon campeggiatore non può ignorare lampade e fornelli. La regola n.1 da osservare in questi casi è quella relativa alla sicurezza. Scegliete e pretendete solo prodotti omologati. Insieme al fornellino non dimenticate di accessoriarvi con diverse cartucce di ricambio. La durata di ognuna non è molto lunga se è vero che in media ogni tre pasti si esaurisce. Tra le lampade molto richieste sono quelle a batteria.Infine non presentatevi a mani nude davanti al nemico comune delle afose serate estive: le zanzare. Zampirone, candela alla citronella o l'ultimo ritrovato, l'aspira insetti con luce, sono le armi indispensabili per una battaglia, è proprio il caso di dirlo, all'ultimo sangue.Si ringrazia per la gentile collaborazione Emilio Michelotti, responsabile del settore tempo libero per la Sic, la Società ipermercati cooperativi.