Un'attività rivolta ai giovani per la cultura della solidarietà e la legalità

Scritto da Antonio Comerci |    Maggio 2012    |    Pag.

Da molti anni nell'Unicoop Firenze, si è occupato di varie tematiche, soprattutto dal punto di vista consumerista e storico.

Autore alla fine degli anni ’80 di alcune pubblicazioni: Guida alla spesa - per spendere meglio e sapere cosa si compra (1989); Ecologia domestica - suggerimenti per rispettare l'ambiente (1989); Vivere la sicurezza - i pericoli dell'ambiente domestico; Frutti esotici – Piccola guida per conoscerli, riconoscerli e apprezzarli (1987); A come agrumi (1987).

Nel 1982 ha organizzato le Giornate dei giovani consumatori, a Firenze, che hanno visto la partecipazione di oltre 12 mila studenti e sono state la prima esperienza in grande stile della Coop nel mondo della scuola e dell'educazione ai consumi.

Dirige dal 1981 l'Informatore, mensile inviato ai soci dell'Unicoop Firenze, con una tiratura di oltre 600 mila copie. Dal '92 è responsabile della comunicazione istituzionale dell'Unicoop Firenze.

Nel 2004 esce “All’origine dell’oggi – Cronaca degli ultimi 40 anni della cooperativa”, una cronologia dei più significativi eventi che hanno caratterizzato l’Unicoop Firenze e la cooperazione di consumo dal 1960 in poi. Stampato in proprio dall’Unicoop Firenze, la ricerca, le immagini e i testi della pubblicazione sono di Comerci.

Nel 2007 ha pubblicato per "I tipi" della Mauro Pagliai Editore, il libro "sComunicati - Viaggio fra i mezzi e i messaggi della società che comunica", con la prefazione del prof. Carlo Sorrentino, docente dell'Università di Firenze.

Per i cinquanta anni dalla registrazione della testata, nel 2013 esce “Quelli che... informano – Storia e considerazioni sul giornale dell’Unicoop Firenze” pubblicato dall’Unicoop Firenze e diffuso in migliaia di copie. Nella pubblicazione s’intreccia la biografia dell’autore, la comunicazione e la storia dell’Unicoop Firenze.

Nel 2018 Comerci va in pensione e pubblica un’edizione aggiornata de “All’origine dell’oggi”. È incaricato dalla cooperativa della responsabilità dell’Archivio storico dell’Unicoop Firenze.


Si sono impegnati in tanti a dicembre nei punti vendita dell'Unicoop Firenze per raccogliere fondi da donare alla Fondazione Il Cuore si scioglie Onlus. Grazie a loro, volontari delle sezioni soci Coop e delle associazioni partner, si è raggiunta la cifra di oltre 400.000 euro, coinvolgendo oltre 40.000 persone. Questi fondi servono a finanziare progetti di solidarietà e a sostenere a distanza più di duemila bambini del sud del mondo.
Ma se questo è già tanto, il motivo per cui è stata costituita la Fondazione è l'attivazione di altre fonti di raccolta di fondi per poter aumentare la possibilità di fare solidarietà. Una di queste fonti è il 5per1000, che i contribuenti - è questo il periodo della Dichiarazione dei redditi - possono destinare, senza alcun onere da parte loro, alla Fondazione Il Cuore si scioglie. Basta ricordarsi il codice fiscale della Fondazione: nei punti vendita ci sono i cartoncini-promemoria, per facilitare il compito.
L'attività della Fondazione non si limita ai soli sostegni a distanza nei paesi del Sud del mondo. Ma è un'attività che unisce alla concretezza di progetti specifici, anche una sensibilizzazione ai valori della solidarietà e della legalità; in una parola, della civiltà.

Un esempio sono i quattro Campi estivi organizzati in Calabria, per aiutare e stare vicino ai giovani che coltivano le terre sottratte alla mafia. E poi di nuovo, il World Camp svolto ad aprile nel Mugello, che farà il bis a luglio in Trentino, sui temi del futuro e dei modi di cambiare il mondo. Insomma una politica della Fondazione che vede un forte impegno verso i giovani, verso la loro formazione.
In 5 anni, con il progetto "Noi con gli altri", gestito dall'Unicoop Firenze in prima persona negli anni scorsi e ora dalla Fondazione, sono stati coinvolti oltre mille ragazzi intorno ai 18 anni d'età. In Kenia, in India, in Burkina Faso, in Camerun, in Perù, ma anche al Dynamo Camp sulle Montagne Pistoiesi. E anche in Calabria, fra le pendici dell'Aspromonte e nella Piana di Gioia Tauro. Mille giovani che hanno fatto esperienze di vita importanti, continuate da alcuni di loro con l'organizzazione di due associazioni: CambiaMente e Effetto Dynamo.
Per noi la parola solidarietà assume il significato di condivisione, per noi aiutare gli altri significa non elargire ai bisognosi, ma condividere le sorti del mondo. E l'appuntamento della Dichiarazione dei redditi è un'occasione che abbiamo tutti per dare risorse a questo progetto.


Per donare il 5xmille alla Fondazione Il Cuore si scioglie onlus
Codice fiscale 94178840487

(Illustrazione a cura di Lido Contemori)