Nuove proposte per burger e polpette fra gusto e benessere

Scritto da Melania Pellegrini |    Marzo 2017    |    Pag. 15

Nata a Roma, si è laureata in Lettere moderne nel 1993. Comincia la sua attività giornalistica nel 1996 con il quotidiano on line Ultime Notizie che un anno dopo approda nelle edicole romane. Nello stesso periodo comincia a lavorare presso l’ufficio comunicazione e stampa dell’ass. di categoria Unione nazionale costruttori macchine agricole dove si occupa della rivista mensile MondoMacchina/MachineryWorld.

Nel 2001 si trasferisce a Firenze. Qui lavora come organizzatrice di congressi e eventi culturali al Convitto della Calza e comincia a scrivere per il settimanale locale Metropoli con cui collabora fino al 2011. Nel 2003 partecipa al concorso per entrare all’ipercoop di Sesto Fiorentino, passa tutte le selezioni e viene assunta come cassiera. Da questa sua esperienza lavorativa, che continua tutt’oggi, nel 2011 nasce “Diario di una cassiera”, una rubrica pubblicata sull’Informatore, la rivista mensile di Unicoop Firenze. Sempre nel 2011 scrive il volume “I nostri primi 30 anni. La sezione soci Coop di Campi Bisenzio fra impegno, solidarietà, socialità e partecipazione”. Da gennaio 2012 si occupa delle rubrica Guida alla spesa dell’Informatore.

viviverde vegetali Vivi Verde

Se un tempo i menù vegetariani e vegani offrivano poca scelta e raccoglievano qualche diffidenza, oggi molte specialità hanno preso piede in ristoranti e supermercati: basta aggirarsi tra scaffali e frigoriferi per notare la varietà di proposte elaborate e sfiziose, pensate per chi non consuma materie di origine animale, ma ormai gradite anche dal pubblico degli onnivori.

Soia, tofu, germe di grano, legumi o altre fonti di proteine sono cucinati ad arte con verdure, condimenti e spezie in ricette gustose che spaziano dal ragù, ai burger, ai salumi fino ai dessert.

Buttando l’occhio al banco frigo, nei punti vendita di Unicoop Firenze sono disponibili i prodotti vegetariani e vegani della linea Vivi Verde, alimenti solo biologici che offrono sicurezza e naturalità in tavola.

Attualmente la gamma dei secondi piatti è composta da 7 specialità. I capisaldi sono il seitan alla piastra e il tofu al naturale, in assortimento da tempo insieme ai burger di soia e alle crocchette vegetali, le cui ricette sono state riformulate. Da qualche tempo hanno fatto capolino i nuggets, le polpette vegetali e il seitan al naturale, cui si aggiungeranno presto altre novità.

Fra le novità veg fresche di frigo, il reparto ortofrutta propone i burger e i mini-burger DimmidiSì a base di legumi non Ogm, proposti in 5 diverse ricette insieme a piselli, carote, spinaci, miglio e conditi con erbe aromatiche: il risultato è un burger croccante fuori, ma dal cuore morbido, per un pasto saporito, veloce da preparare e ricco di proteine.

Ce n’è per tutti i gusti, insomma, e le novità saranno sempre più, per dare risposta a un mercato che, anche in Italia, è in crescita, come emerge dal Rapporto Italia 2017 di Eurispes: il numero di vegetariani nel nostro paese è passato dal 5,7% del 2015 al 7,1% del 2016, con un aumento di quasi due punti percentuali. Stessa dinamica per il mondo vegano, dove si passa dallo 0,2% nel 2015 all’1% della popolazione nel 2016.

Sommando le due cifre, gli italiani che seguono una dieta vegana o vegetariana raggiungono circa l’8% della popolazione. Una percentuale che fa dell’Italia - insieme alla Germania - uno dei paesi più vegetariani della Ue.


La ricetta

Per un ragù di seitan, rosolare 150 g di verdure per soffritto con olio, alloro e salvia. Unire 500 g di seitan a dadini e sfumare con vino bianco. A fiamma bassa, aggiungere 400 g di pomodori pelati spezzettati e cuocere per 40 minuti. Unire via via del brodo bollente, aggiustare di sale e pepe e cuocere per altri 20 minuti.


Notizie correlate

Curiosi e gustosi

La cassava e l’okra, due vegetali da utilizzare in tanti modi


La carne dei poveri

Il ruolo nella dieta delle proteine vegetali


Che fior fiore di gelato!

Per tutti i gusti, tradizionali e vegetariani, tutti senza coloranti o conservanti