Aprile è dedicato a tre artisti del mondo della pittura

Scritto da Sara Barbanera |    Aprile 2012    |    Pag.

Laureata in Scienze della comunicazione presso l'Università La Sapienza di Roma nel 2001, nel 2016 consegue la laurea in Sviluppo Economico e Cooperazione Internazionale presso l'Università degli studi di Firenze.

È giornalista dal 2001, dopo la collaborazione con la cronaca umbra del Messaggero e con altri periodici locali.

Dal 2004 lavora in Unicoop Firenze dove, per 5 anni, ha svolto attività in vari punti di vendita, con un percorso di formazione da addetta casse a capo reparto servizio al cliente. Dal 2009 al 2011 ha coordinato le sezioni soci Coop di Firenze.

Dal giugno 2011 è direttore responsabile dell'Informatore Unicoop Firenze, responsabile della trasmissione Informacoop e della comunicazione digitale presso gli spazi soci Coop.

I

LUOGHI DELLA TERRA
Tela, spatola e colore, denso e intenso.
Questa la poetica della pittura di Marcello, collega di Scandicci, che recentemente ha esposto i suoi quadri a Ponte a Greve e alla Scuola Coop di Montelupo, e che racconta una passione esplosa da adulto come valanga di tinte forti: "Sono autodidatta senza pretese accademiche e ispirato da artisti come Pollock e Vedova. In loro vedo l'arte: un linguaggio che mette in contatto gli uomini più delle parole stesse. Se l'opera è il mezzo, l'artista è il canale di vibrazioni che toccano tutti gli uomini". La pittura di Marcello è ben illustrata dal suo quadro Festina Lente, "affrettati con lentezza": "Assaporo i dettagli del colore, ma mi butto sulla tela con avidità. Arrivare alla fine, vedere il risultato... è l'urgenza di dire qualcosa cercando chi è in ascolto". Per i curiosi del colore, www.marcello-mastroianni.it


IN VOLO, SENZA VELI
"Se non dipingo, sto male!". Così esordisce Silvana, collega di Empoli, famosa per i suoi nudi di donna esposti in tutta la Toscana, da Certaldo, alla sezione soci di Empoli, per raccontare bellezza e sofferenza al femminile: "I miei corpi inneggiano allo splendore della donna e la celebrano negli aspetti spesso incompresi e inespressi. In venti anni di pittura, ho voluto dare voce a chi, nella storia millenaria dell'uomo, non ne ha avuta o ha dovuto parlare sottovoce". Da qui le mostre "I Fiori di Kabul" e "Vele e voli", nate dalle immagini della guerra in Afghanistan e tradotte in solidarietà: "Dire e fare: l'arte è entrambe le cose, con cui racconto anche la gioia personale per una malattia scampata". L'arte è dono e donazione, come quella che più volte Silvana ha devoluto a Emergency e alla Fondazione Il Cuore si scioglie con il ricavato dei sui quadri.
Le donne e le vele di Silvana sono su www.silvanalivi.it


IN DUE, PER MOLTI

Tutto è iniziato da un annuncio in tv e Antonella e Stefano, coppia nella vita e colleghi di Siena Grondaie, erano già pronti con pennello, colori e una banda di cartoni animati al seguito. "Abbiamo risposto all'appello dell'ATL di Siena, alla ricerca di volontari per decorare le pareti degli ambulatori infantili. Disegniamo per hobby, senza troppe pretese e per dare colore ai momenti grigi che i bambini spendono lì".
I fumettisti proseguiranno con ambulatori e corridoi, in un'opera frutto di braccia, creatività, Sirenette e Peter Pan.
In un gioco di luci e ombre che fanno il chiaroscuro della vita.

MERCATINO DEI RAGAZZI
La solidarietà si fa azione concreta per i colleghi dell'Iper di Arezzo che, nel pomeriggio di sabato 28 aprile allestiranno il Mercatino dei ragazzi negli spazi della galleria commerciale. Un lungo lavoro di preparazione e allestimento della vendita il cui ricavato andrà a favore della Fondazione Il cuore si scioglie. E che sia la prima edizione di una lunga serie!