A base di erbe, come vuole la tradizione

Scritto da Melania Pellegrini |    Ottobre 2014    |    Pag.

Nata a Roma, si è laureata in Lettere moderne nel 1993. Comincia la sua attività giornalistica nel 1996 con il quotidiano on line Ultime Notizie che un anno dopo approda nelle edicole romane. Nello stesso periodo comincia a lavorare presso l’ufficio comunicazione e stampa dell’ass. di categoria Unione nazionale costruttori macchine agricole dove si occupa della rivista mensile MondoMacchina/MachineryWorld.

Nel 2001 si trasferisce a Firenze. Qui lavora come organizzatrice di congressi e eventi culturali al Convitto della Calza e comincia a scrivere per il settimanale locale Metropoli con cui collabora fino al 2011. Nel 2003 partecipa al concorso per entrare all’ipercoop di Sesto Fiorentino, passa tutte le selezioni e viene assunta come cassiera. Da questa sua esperienza lavorativa, che continua tutt’oggi, nel 2011 nasce “Diario di una cassiera”, una rubrica pubblicata sull’Informatore, la rivista mensile di Unicoop Firenze. Sempre nel 2011 scrive il volume “I nostri primi 30 anni. La sezione soci Coop di Campi Bisenzio fra impegno, solidarietà, socialità e partecipazione”. Da gennaio 2012 si occupa delle rubrica Guida alla spesa dell’Informatore.

È nata una nuova linea di tisane, italiane al 100%, della Royal Tea. Queste tisane a base di erbe officinali uniscono la tradizione italiana e le più recenti scoperte su queste erbe.

La Royal Tea è un’azienda con una lunga tradizione alle spalle e attualmente promotrice del gusto italiano: dai sapori proposti sino al design delle proprie confezioni, progettate e realizzate in Toscana.

Tutto nasce nel 1826 quando viene fondata una fabbrica destinata a confezionare tè per il mercato locale sull’isola di Wight, Regno Unito. Col tempo l’azienda si fonde con altre aziende che operano nello stesso settore e si ingrandisce sino a fare affari in tutto il mondo. Nel 1920 questa società viene registrata col nome di  Overseas Trading Corporation e rappresenta l’unione delle società Horniman’s, J. Lyons & Co. Ltd, Walkers Ltd e la sussidiaria argentina, Walker Hermanos Limitada.

In Italia nel 1948 nasce la prima fabbrica per il confezionamento del tè a Livorno, la Jersey Trading Corporation, che in pochi anni si sviluppa e acquista in Germania anche delle macchine per il confezionamento automatico. Nel 1972 la fabbrica, in seguito alla fusione con la storica società inglese di proprietà del gruppo Lyons, si trasferisce a Luciana in provincia di Pisa. Nel 1988 la proprietà passa a una multinazionale olandese che nel giro di pochi anni, nel 1992, interrompe l’attività in Italia.

L’esperienza di questi anni passati a lavorare nel settore del tè non sono stati vani, così nel 1995 è nata la Royal Tea. A fondarla è Sergio Lenzi che, dopo aver lavorato nella Jersey Trading Corporation per oltre 20 anni, ha voluto dare continuità al lavoro svolto sino ad allora. La sede viene stabilita sempre a Luciana in provincia di Pisa dove ci sono anche alcuni laboratori per la miscelazione.

L’iniziale fusione tra le due società, quella inglese e quella italiana ha dato origine a una realtà unica, ereditata da Royal Tea, che ancora oggi porta avanti una tradizione nata nel 1826.

La tradizione inglese del tè si unisce a quella italiana della conoscenza delle erbe e delle loro proprietà benefiche, che affonda le sue radici nelle pratiche quotidiane degli Etruschi e prosegue fino al medioevo e oltre, grazie anche al prezioso lavoro svolto nei laboratori delle abbazie.

Ancora oggi prendere una camomilla, per rilassarsi prima di andare a dormire, o bere un infuso di finocchio, dopo un pasto pesante, sono gesti che derivano da abitudini tramandate di generazione in generazione.

Grazie alle basi della tradizione alimentare italiana, unita ai più moderni sistemi di analisi e sperimentazione, sono state sviluppate le nuove miscele per tisane Royal Tea: Dopo Pasto, Linea e Pura. Questi prodotti sono validi alleati del nostro benessere. La tisana Dopopasto, grazie a erbe come la melissa, che agisce come antispasmodico, il finocchio dolce, e la radice di zenzero, aiuta la digestione. La tisana Linea è un’alleata preziosa per mantenersi in forma grazie al Matè, proveniente direttamente dall’Argentina sua patria d’origine, alla gramigna, al finocchio dolce. Infine la tisana Pura: l’uva ursina, l’ortica e la radice di prezzemolo favoriscono il normale processo di eliminazione dei liquidi in eccesso dai tessuti.

Consigli

Preparare una buona tisana

Predisporre un numero di bustine pari al numero di tazze che si vogliono preparare (in genere una bustina ogni 250 ml di acqua). Utilizzare sempre acqua fresca, evitando di farla bollire più volte. Scaldare l’acqua fino ad ebollizione e mettere in infusione le bustine desiderate. Lasciare in infusione fino al raggiungimento dell’intensità di aroma desiderato, in genere tra 5 e 7 minuti e quindi rimuovere le bustine dalla teiera. Servire al naturale o con aggiunta di limone, e dolcificando a piacere, preferibilmente con miele, secondo i vostri gusti. Preferire le tazze di taglia medio-grande, come le mug, per contenere la giusta quantità di acqua in modo che non raffreddi troppo velocemente.

Royal Tea -Le tisane digestive. Da Rai.TV – La prova del cuoco -10.12.10 - durata 9’ 35’’