Sulle punte, o in punta di bacchetta, classico, d'avanguardia, rockettaro: concerti e rappresentazioni teatrali per tutti i gusti finiscono nel carrello insieme alla spesa di tutti i giorni. Succede nei 24 punti vendita di Unicoop Firenze che offrono il servizio di prevendita Box Office. E succede sempre più spesso: nel 2009 sono stati oltre 60 mila i tagliandi emessi.

Numeri destinati a crescere perché, visto il gradimento, l'obiettivo è allargare questo servizio anche ad altri punti vendita. "Sono acquirenti di tutte le età - spiega Chiara del Box informazioni di via Carlo del Prete a Firenze - e in genere già con le idee chiare su cosa vogliono, anche se a volte può succedere che chiedano informazioni sul singolo spettacolo o concerto. Tutti sempre soddisfatti della possibilità di mettere insieme le due cose, la spesa e la prenotazione di un evento. Più soci o più clienti? Direi che si equivalgono".

Bene per il servizio: che piace e che viene sempre più utilizzato. Male per i semplici clienti: che non essendo soci non sanno quanti sconti si perdono...

 


Notizie correlate

Biglietti a portata di spesa

30.000 biglietti in sei mesi. L'equivoco della prevendita


Spettatori in prima fila

Sono 25 i punti vendita Coop dove prenotare biglietti per gli spettacoli. Un 2009 pieno di iniziative