Obiettivo raggiunto per i primi progetti di crowdfunding on line su Eppela

Scritto da Olivia Bongianni |    Marzo 2017    |    Pag. 31

Laureata in scienze della comunicazione con una tesi su "Il cuore si scioglie", è giornalista professionista.

Si è occupata di organizzazione di eventi e ha collaborato con alcuni uffici stampa. Ha scritto articoli per l'Unità.

Collabora con un'agenzia di comunicazione e ha scritto per la rivista "aut&aut" su tematiche relative all'innovazione nella Pubblica amministrazione.

È appassionata di lettura, cinema, calcio.

IL CUORE SI SCIOGLIE

È tempo di traguardi per i primi progetti #PensaticonilCuore, promossi dalla Fondazione Il Cuore si scioglie in collaborazione con le Sezioni soci Coop e con numerose realtà del territorio e lanciati con il crowdfunding sulla piattaforma Eppela.

Un progetto test è partito a dicembre, seguito dai primi cinque lanciati il 16 gennaio e rimasti on line fino a fine febbraio per trovare sostenitori delle idee proposte. Cinque i territori coinvolti (Empoli, Firenze, Pisa, Siena, Valdisieve) e quattro i temi, dalla povertà alla marginalità e integrazione, dall’emergenza abitativa alla violenza di genere.

A stile libero

Salute, benessere, libertà di movimento, accessibilità i temi del progetto pilota, AcquaFacile, che ha raggiunto l’obiettivo fissato e già nel mese di marzo un’attrezzatura per favorire l’ingresso in acqua dei disabili entrerà in funzione alla piscina comunale di Monsummano Terme. Un risultato ottenuto grazie al lavoro di squadra e alla generosità delle persone del territorio che hanno risposto all’appello. «L’idea è nata nel mese di dicembre – ricorda Valeria Tuci, presidente della Sezione soci Coop Valdinievole –. Da dieci anni collaboriamo con il Laboratorio Accademico Danza (LAD) di Antonella Lombardo che organizza uno spettacolo di danza a sostegno della comunità di Fontem, in Camerun. Quest’anno abbiamo voluto dedicarci anche al nostro territorio e in collaborazione con l’amministrazione comunale abbiamo pensato di dotare la piscina di Monsummano di un sollevatore mobile, per consentire l’accesso in acqua senza barriere ai disabili. L’ASD Nuoto Valdinievole, che gestisce la piscina comunale, ha sposato l’idea con entusiasmo».

La mobilitazione per Acquafacile era partita già alla fine dello scorso anno, con lo spettacolo del 18 dicembre, organizzato dal LAD al Teatro Yves Montand di Monsummano Terme, e con presidi di raccolta fondi alla Coop di Monsummano e presso la stessa piscina.

Grazie ad AcquaFacile saranno una trentina le persone disabili che potranno utilizzare un’attrezzatura innovativa e tecnologicamente all’avanguardia. Il sollevatore potrà essere usato anche da chi ha una disabilità temporanea, magari a seguito di un incidente, per la riabilitazione.

Infanzia protetta

Permettere alle mamme di stare accanto ai loro piccoli ricoverati in ospedale è invece l’obiettivo della “Casa Accoglienza per mamme” della Fondazione Danilo Nannini onlus di Siena. Una realtà unica nel panorama regionale: «La Fondazione – racconta Gabriele Galgani, responsabile del Servizio accoglienza e membro del Cda – si è costituita nel novembre del 2008 per allestire una Casa Accoglienza rivolta alle mamme di bambini ricoverati nella Terapia intensiva e para intensiva neonatale dell’Azienda ospedaliero-universitaria senese di Santa Maria alle Scotte. La raccolta fondi per realizzare la struttura è durata qualche anno e ha visto un generoso contributo iniziale da parte della famiglia Nannini». La Casa Accoglienza, oggi in funzione all’interno dell’ospedale, è frutto del recupero di un’area ospedaliera inutilizzata. Operativa dal 18 aprile 2016, ha 13 posti letto, con 6 camere doppie e una singola, e altri servizi collaterali, come la sala tv e l’area cucina.

«Ad oggi – afferma Galgani – sono 151 le mamme che, gratuitamente, hanno soggiornato presso di noi, sia italiane che straniere. Abbiamo garantito 1609 giorni totali di ospitalità. Inoltre, grazie a un accordo con Camst, che gestisce mensa ospedaliera e bar all’interno dell’ospedale, possiamo fornire loro anche un pasto gratuito al giorno».

La Casa Accoglienza permette alle mamme di stare vicine ai bambini ricoverati e di concentrarsi sulle loro esigenze, senza le preoccupazioni relative all’alloggio, alla logistica, agli spostamenti e al distacco affettivo dovuto alla distanza. «La struttura – aggiunge Galgani – è importante anche perché dà alle mamme la possibilità di continuare l’allattamento al seno. Stiamo lavorando per trovare sostenitori che credano nel nostro progetto, in modo da dare continuità al servizio di accoglienza in modo gratuito e sempre più efficiente».

La “Casa” è un posto sicuro e protetto, dove la privacy è tutelata: «Le mamme hanno la possibilità di conoscersi, confrontarsi, fare amicizia e si crea un clima di collaborazione e aiuto reciproco molto importante in questi percorsi – conclude Galgani –. Abbiamo anche un libro, dove al termine del soggiorno le mamme lasciano i loro pensieri rispetto all’esperienza vissuta da noi». Un luogo, insomma, dove sentirsi meno sole.


www.eppela.com/progettipensaticonilcuore

www.ilcuoresiscioglie.it

https://www.facebook.com/FondazioneilCuoresiScioglie/


Gli intervistati

Valeria Tuci, presidente sezione soci Coop Valdinievole

Gabriele Galgani, Fondazione Danilo Nannini onlus



Video


Notizie correlate

I ragazzi di Sipario

Si comincia da cinque

“Pensati con il cuore”: i nuovi progetti di raccolta fondi on line della Fondazione per il 2017


Raccolta in rete

Un nuovo canale per la raccolta fondi on line per San Paolo a Ripa d’Arno

Video

Creazioni solidali

A dicembre la nuova collezione per la raccolta fondi del Cuore si scioglie. Coinvolte 14 sezioni

Photogallery Video