Scritto da Edi Ferrari |    Ottobre 2016    |    Pag. 46, 47

Giornalista. Dal 1988 nel magico mondo della comunicazione (uffici stampa, pubbliche relazioni, editoria, eccetera), e con una quasi (senza rimpianti) laurea in Lettere, collabora con Unicoop Firenze anche per l'aggiornamento dei contenuti del sito internet, per le pagine del tempo libero. Ha lavorato anche nella redazione di Aida (attuale Sicrea), dove si è occupata principalmente della realizzazione di trasmissioni televisive, fra le quali anche InformaCoop. Per l'Informatore si occupa delle pagine degli "Eventi".

Sensing the waves: nuova ala progettata da Maurice Nio - Foto M. Gianni

Prato / Centro Pecci tutto nuovo

Il conto alla rovescia per il nuovo Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci è terminato: dopo il completamento dell’avveniristico ampliamento a forma di navicella spaziale dell’architetto di stanza a Rotterdam Maurice Nio e la riqualificazione dell’edificio originario di Italo Gamberini (i lavori sono iniziati nel 2010), il Centro riapre al pubblico il 16 ottobre con la mostra “La fine del mondo” (fino al 19 marzo 2017), titolo che, sottolinea il direttore del Centro Pecci Fabio Cavallucci, «nasce dalla considerazione che ciò che abbiamo conosciuto finora è obsoleto.

La mostra non vuol essere dunque la rappresentazione di un futuro catastrofico imminente, ma presa di coscienza della condizione di incertezza in cui versa il nostro mondo e, insieme, riflessione sugli scenari che ci circondano».

Il nuovo Centro, oltre a spazi espositivi più che raddoppiati, disporrà anche di archivio e biblioteca specializzata, che conta un patrimonio di oltre 50.000 volumi, teatro all’aperto, cinema/auditorium, spazio performativo all’interno delle gallerie, bookshop, ristorante, pub/bistrot.

Il Centro Pecci è in viale della Repubblica 277 a Prato. Ingresso alla mostra con il 20% di sconto per i soci.

Info: tel. 05745317, www.centropecci.it

Pontassieve / L’immaginario di Possenti


Si intitola “Carte nautiche: arcipelago dell’immaginario” la mostra che presenta una trentina di opere di Antonio Possenti, l’artista lucchese scomparso lo scorso luglio. Curata da Antonio Natali e Adriano Bimbi, la mostra è incentrata sul tema del mondo marino raccontato attraverso storiche carte nautiche dalle quali l’artista ha tratto ispirazione per le sue composizioni, a metà fra realtà e fantasia, con un occhio rivolto al mondo reale e l’altro che scava nei sentimenti e nelle passioni interiori. La genesi di questi lavori è raccontata dallo stesso Possenti in una nota autografa a margine della presentazione della mostra: «il tema del viaggio sia reale che immaginario è spesso presente nei miei lavori (…). La carta nautica usata dai naviganti per tracciare le rotte di avvicinamento alle coste e ai porti è una fonte suggestiva per l’immaginazione». Nel catalogo della mostra, edito da Polistampa, anche una lunga intervista di Mauro Bartolini allo stesso Possenti, che racconta la propria carriera a partire dagli anni della formazione. Alla Sala delle Colonne, in via Tanzini a Pontassieve (Fi), fino al 6 novembre. Ingresso gratuito.

Info: 055 8360346/344, www.comune.pontassieve.fi.it


Firenze / Un corso per diventare sbandieratori

Bandierai degli Uffizi


Si chiamano “Velata” e “Molinello”, “Salto del Fiocco” e “Onda”, e sono solo alcune delle tipiche figurazioni tradizionali che ricorrono negli esercizi dei Bandierai degli Uffizi. Tutte le evoluzioni che eseguono i Bandierai con le loro insegne non sono infatti frutto di fantasia personale o di improvvisazione, ma il risultato di un preciso allenamento nel rispetto delle antiche figurazioni della tradizione. Niente è insomma lasciato al caso, tanto che i Bandierai degli Uffizi non si esibiscono solo in occasione delle principali feste e tradizioni fiorentine - dallo “Scoppio del carro” al “Calcio storico fiorentino” - ma rappresentano anche Firenze e l’Italia in molte occasioni internazionali. Per imparare tutto questo e molto altro, a ottobre iniziano i corsi gratuiti per sbandieratori e tamburini.

Info: tel. 3351052410, info@bandieraidegliuffizi.it , www.bandieraidegliuffizi.it


Firenze / Alluvione del ’66 e solidarietà

Fra le molte iniziative che ricordano i 50 anni dall’alluvione di Firenze, il video Alluvione 1966 - da Firenze un’eco universale di solidarietà. Realizzato dalla Lega del Quartiere 1 del Sindacato pensionati della Cgil, è nato grazie alla collaborazione di diversi soggetti - il presidente del Quartiere 1, la Biblioteca Nazionale, i Centri anziani, l’Auser, i licei Galileo e Leon Battista Alberti - e contiene testimonianze inedite raccolte fra i cittadini che hanno vissuto l’alluvione e gli Angeli del fango accorsi in aiuto della città. Alla proiezione saranno presenti, fra gli altri, Erasmo D’Angelis (che è stato anche responsabile della Struttura di missione del Governo contro il dissesto idrogeologico) e Pierluigi Bersani, che nel ’66 è stato un Angelo del fango. Il 22 ottobre alle 9.30 nella Cappella Pazzi in piazza Santa Croce. Ingresso libero.

Info: tel. 3497211998


Firenze / Musica dei Popoli

Lisa Simone


Prosegue fino all’11 novembre il festival “Musical dei Popoli”. La 41ª edizione, intitolata “Destinazioni sonore”, ospita all’Auditorium Flog una selezione dei più interessanti artisti emergenti insieme a rinomati musicisti del panorama della musica etnica e world. Fra gli appuntamenti, il concerto di Lisa Simone (8/10), figlia della famosa cantante e attivista americana Nina Simone, che raccoglie l’eredità di sua madre, forgiando però un suo personalissimo percorso; il duo di Musica nuda, ossia Petra Magoni e Ferruccio Spinetti (28/10), un concerto con special guest il trombettista Fabrizio Bosso; i Dervisci rotanti di Damasco (29 e 30/10), uno degli eventi culminanti del Festival, con uno spettacolo mistico fra i più intensi della tradizione sufi. A “Musica dei Popoli” anche l’unica data italiana del mitico gruppo degli Earth Wind & Fire (il 17/10, concerto all’Obihall).

Info: tel. 055477978, sul web www.musicadeipopoli.com


Firenze / Il teatro come integrazione

Riparte il laboratorio teatrale “Alt! Altrimondi”. Il progetto di integrazione e scambio - che Venti Lucenti realizza ormai da più di 20 anni e che è sostenuto da Unicoop - nasce dalla convinzione che il teatro sia uno dei numerosi terreni sui quali si possano costruire le condizioni per una vera e propria integrazione fra ragazzi normodotati e diversamente abili e nasce intorno alla regista Manu Lalli. L’idea è di realizzare uno spettacolo teatrale (in cantiere Medea , che andrà in scena nell’autunno del prossimo anno), al termine di un vero e proprio laboratorio aperto agli studenti delle scuole superiori di secondo grado del territorio fiorentino ma anche agli adulti. La partecipazione è gratuita. Il laboratorio si tiene ogni mercoledì dalle 14.30 alle 16.30 presso il Teatro Affratellamento (via Orsini 73), a partire dal 12 ottobre.

Info: tel. 3484591562, sul web www.ventilucenti.it


Barberino di Mugello / Tartufo in mostra

Il 29 e 30 ottobre a Barberino di Mugello (Fi) appuntamento con la XII “Mostra mercato del tartufo bianco e nero del Mugello”, appuntamento imperdibile per gli amanti di questo prezioso prodotto della terra. Organizzata da Comune e Associazione tartufai barberinese, la Mostra è occasione per conoscere e degustare non solo preparazioni a base di tartufo, ma anche altri prodotti locali, dalle castagne al miele all’olio extravergine di oliva. Quest’anno, in concomitanza con la mostra, il 29 si svolgerà anche la gara finale del Campionato italiano di cani da ricerca del tartufo. Nel centro storico di Barberino.

Info: Comune Barberino tel. 05584771, sul web www.comunebarberino.it


Marradi / Una castagna tira l’altra

Quattro domeniche di ottobre (il 9, 16, 23 e 30) tutte dedicate alla dolce castagna fra stand e degustazioni. Edizione numero 53 per la tradizionale “Sagra delle castagne” a Marradi (Fi), che proporrà come sempre ai visitatori le tradizionali leccornie del marrone di Marradi, dalla torta ai tortelli, dal castagnaccio alle marmellate, dai marron glacé alle caldarroste. Ma spazio anche ai classici prodotti del bosco e del sottobosco, alla musica e agli spettacoli per i più piccoli e alle occasioni culturali e di approfondimento con le visite al Museo di arte contemporanea artisti per Dino Campana o al Centro studi e documentazione sul castagno. In occasione della sagra si può raggiungere Marradi anche percorrendo la Faentina a bordo del trenino a vapore e dei vecchi vagoni d’epoca.

Info: Ufficio turistico Marradi: tel. 0558045170, sul web www.pro-marradi.it


Tavarnelle / Arte contemporanea alla Pieve

E. Salvaneschi, La signora in bianco


La Pieve di San Piero in Bossolo, sede del Museo di Arte Sacra di Tavarnelle Val di Pesa (Fi), ospita fino al 6 novembre una mostra di pittura e scultura moderna e contemporanea che è al tempo stesso una testimonianza di vita e di storia: le opere provengono infatti dalla collezione dell’editore Mauro Pagliai. In mostra opere di quasi tutti i maggiori pittori e scultori di cerchia fiorentina e toscana: da Carlo Bertocci a Elisabeth Chaplin, da Giovanni Duprè a Silvio Loffredo, da Elena Salvaneschi a Sergio Scatizzi, solo per citarne alcuni. I curatori della mostra - organizzata dall’associazione Amici del museo di arte sacra - hanno selezionato, fra le tante opere della collezione, quelle a carattere sacro o religioso, o nelle quali traspare una ricerca del trascendente. Aperta sabato e domenica dalle 15 alle 19, ingresso e servizio di visita guidata gratuiti.

Info: tel. 0558077195


Pistoia / Infanzia e città

Mostre, spettacoli, laboratori, incontri, proiezioni per “Infanzia e città”, progetto che mette al centro lo sguardo ‘del’ e ‘su’ l’infanzia in rapporto alla città e al territorio, e che alimenta e rinnova l’illustre tradizione dei centri socio-educativi - che rende Pistoia città dei bambini - coniugandola con le arti. La quarta edizione è costruita a partire dalla fiaba e dai suoi molteplici aspetti e implicazioni. Fra gli spettacoli in programma, Fregio Robbiano , evento speciale per Pistoia con il quale Virgilio Sieni costruisce una coreografia originale ispirata alle Opere di misericordia raffigurate dal Fregio dello Spedale del Ceppo; e il ritorno dello storico spettacolo Buchettino della Socìetas Raffaello Sanzio, considerato un capolavoro del teatro per bambini. Il progetto è sostenuto da Unicoop Firenze. Fino al 5 novembre.

Info: tel. 0573991609 – 27112, sul web www.teatridipistoia.it


Lucca / LuccaAutori


Prosegue fino al 9 ottobre “LuccAutori”. Fra gli appuntamenti in programma, l’8 e il 9 a Villa Bottini la premiazione dei venticinque vincitori del premio letterario “Racconti nella Rete”, organizzato da quindici anni nel sito www.raccontinellarete.it e che vede ogni anno la pubblicazione dei racconti vincitori in una antologia edita da Nottetempo. Il 1° si aprono, sempre a Villa Bottini, le mostre “I muri parlano sotto le Mura”, “Colui che si cerca nel legno” (mostra di pittura sui testi delle canzoni di Cristiano Angelini), e “Racconti a colori” (con la partecipazione degli studenti del Liceo artistico Passaglia). All’inaugurazione delle mostre intervengono, fra gli altri, Giampaolo Talani (autore del manifesto di “LuccAutori” e della copertina dell’antologia Racconti nella Rete) e Lido Contemori.

Info: www.raccontinellarete.it


Porcari / Fantastico Ariosto

La prima edizione dell’Orlando furioso di Ariosto risale al 1516, e molte sono le iniziative che celebrano questo 500enario. Come la mostra “L’Orlando curioso. Il viaggio di Ludovico Ariosto nei labirinti del fantastico”, organizzata dalla Fondazione Lazzareschi di Porcari (Lu) nella sua sede, allestita in collaborazione e in concomitanza con “Lucca Comics & Games”. La mostra rilegge il capolavoro ariostesco in chiave fantasy attraverso le illustrazioni di alcuni dei maggiori maestri del genere (Paolo Barbieri, Dany Orizio, Lucio Parrillo, Luca Zontini, mostri sacri dell’illustrazione internazionale), un percorso interattivo che racconta gli episodi salienti del Furioso, attraverso video, modellini con simulazioni degli eserciti dei mori e dei cristiani in battaglia, carte geografiche sui viaggi dei diversi protagonisti del poema. Dal 23 ottobre al 18 dicembre. Ingresso libero.

Info: tel. 0583298163, sul web www.fondazionelazzareschi.it