Come vengono decisi prodotti e sconti riservati ai soci

Sconti alla carta
Tante conferme e qualche novità in arrivo nel 1998 per i consueti appuntamenti con i prodotti in offerta riservati ai soci Coop.
Anche quest'anno gli sconti per i soci saranno sei e i prodotti potranno essere ritirati presentando alla cassa la carta socio al momento dell'acquisto.
'Si tratta di generi alimentari o di articoli per l'igiene della persona e la pulizia della casa, comunque tutti prodotti solitamente in vendita nei negozi Coop - spiega Franco Cioni, direttore marketing di Unicoop Firenze -. Vengono scelti da una commissione nominata dal consiglio di amministrazione e i principali fattori di scelta sono la larghissima diffusione di consumo, la qualità, la stagionalità e una grande convenienza: il risparmio riservato ai soci su questi prodotti, infatti, è mediamente del 50 per cento'.
A grande richiesta torneranno ancora l'olio e il formaggio grana, tanto per fare qualche esempio. Ma le possibilità di scelta saranno maggiori.
'In molte famiglie ci sono anche tre o quattro soci - spiega ancora Cioni -. Per questo abbiamo pensato di proporre delle alternative all'interno della stessa offerta. Abbiamo già cominciato l'anno scorso con il pacco natalizio, dove si poteva scegliere tra la confezione con il pandoro e quella con il panettone, e con il caffè, da moka o da espresso. Quest'anno pensiamo di estendere le possibilità di scelta a quattro delle sei offerte in calendario'.
Bisognerà aspettare primavera per poter gustare l'altra novità di casa Coop, ovvero la confezione pasquale. Sarà un pacco molto simile a quello natalizio - naturalmente con la colomba al posto del panettone - a un prezzo davvero speciale.
Cambiamenti in vista, infine, anche per la confezione dei prodotti in offerta: 'Per limitare l'impatto ambientale, un obiettivo che la Coop persegue da sempre, i prodotti non verranno più riuniti in un unico pacco - spiega Cioni -. Saranno gli stessi soci a fare l'assemblaggio, prelevando i prodotti dagli scaffali a uno a uno'. Senza l'imballaggio verrà ridotto notevolmente il consumo di cartone, riciclabile sì ma comunque costoso e che rappresenta comunque un consumo di energia e materiale a carico dell'ambiente.
Diversa invece la gestione delle 'grandi occasioni'. Si tratta generalmente di articoli dal prezzo più elevato, il più delle volte non in assortimento nei punti vendita, almeno in quelli più piccoli. Sono per lo più generi non alimentari anche se, sull'onda del successo di alcune iniziative - come quelle del prosciutto crudo e della confezione salumi - si pensa di ampliare la presenza di generi alimentari.
'Sono prodotti caratterizzati da un alto livello qualitativo, anche quelli di marche meno conosciute, e da un alto valore commerciale - sottolinea Cioni -. Vengono venduti ad un prezzo tale da garantire un risparmio che per gli elettrodomestici va mediamente dal 15 al 20 per cento, con punte anche del 50 per cento sull'abbigliamento e il tessile per la casa'. Per il '98 sono in programma una decina di 'grandi occasioni', qualcuna in più rispetto agli anni passati, proprio per poter aumentare il numero delle proposte alimentari.

In sette per sconti e occasioni
Sono sette e aiutano i responsabili dei settori interessati (acquisti, rete, marketing, soci e consumatori, comunicazione) a decidere quali prodotti mettere in offerta, e quando. Sono i soci nominati dal consiglio di amministrazione dell'Unicoop Firenze e fanno parte della commissione che, di regola ogni mese, si riunisce proprio per discutere su sconti e 'grandi occasioni' riservate ai soci. Provengono da varie sezioni e le donne, ovviamente, fanno la parte del leone, con ben sei presenze su sette. Ecco i nomi:

Anna Cevenini, Montevarchi
Angiolina Corti Di Santo, Empoli
Franca Dabizzi Tarocchi, Prato
Gualtiero Degli Innocenti, Pistoia
Elsa Fallani, Firenze
Maria Luisa Fusi, Barberino Mugello
Gabriella Iacopini, Firenze

Prossimamente faranno parte della commissione anche soci delle province di Pisa e Lucca.