La tradizione di San Valentino con le rose equosolidali Coop

Il 14 febbraio in quasi tutto il mondo si festeggia San Valentino, la festa degli innamorati. Il fiore che più di ogni altro caratterizza questa festa è la rosa rossa, il modo classico per dire Ti amo. Anche quest'anno, in tutti i punti vendita Unicoop, saranno a disposizione per i clienti diversi tipi di rose per poter scegliere secondo i propri gusti.
Ci saranno le rose provenienti dal Kenia, con un bocciolo medio, di vari colori, confezionate in mazzi da 10, 15 o 20 steli (se lunghe 45 o 50 cm), e confezionate singolarmente quelle con i gambi lunghi 70 cm. Con il bocciolo grande provengono dall'Equador; lunghe 50 o 60 cm, fanno parte di bouquet misti. Sempre dal Kenia provengono le rose a marchio Solidal Coop a contraddistinguere il commercio equo e solidale: hanno un gambo di 40 o 50 cm.


Un acquisto particolare
potranno essere le rose blu o il mazzo composto per l'occasione, e di cui sarà messa la foto, da prenotare almeno il giorno prima presso il negozio Coop preferito.
Una volta a casa, per farle durare a lungo, alle rose andrebbe tagliato il gambo di 1 centimetro in obliquo, utilizzando un coltello e non le forbici, per evitare di schiacciare i vasi linfatici. È importante anche che le foglie non siano a contatto con l'acqua, altrimenti marciscono.
I vasi e l'acqua devono essere puliti, e l'acqua va cambiata giornalmente. Al cambio dell'acqua, i gambi andrebbero tagliati di circa mezzo centimetro. Le rose non amano gli ambienti troppo caldi: evitiamo di porle vicino a fonti di calore. In questo modo le rose dureranno di più, assieme ai ricordi di una bella giornata.