Il catalogo per i celiaci con prodotti e ricette

Scritto da Melania Pellegrini |    Aprile 2013    |    Pag. 15

Nata a Roma, si è laureata in Lettere moderne nel 1993. Comincia la sua attività giornalistica nel 1996 con il quotidiano on line Ultime Notizie che un anno dopo approda nelle edicole romane. Nello stesso periodo comincia a lavorare presso l’ufficio comunicazione e stampa dell’ass. di categoria Unione nazionale costruttori macchine agricole dove si occupa della rivista mensile MondoMacchina/MachineryWorld.

Nel 2001 si trasferisce a Firenze. Qui lavora come organizzatrice di congressi e eventi culturali al Convitto della Calza e comincia a scrivere per il settimanale locale Metropoli con cui collabora fino al 2011. Nel 2003 partecipa al concorso per entrare all’ipercoop di Sesto Fiorentino, passa tutte le selezioni e viene assunta come cassiera. Da questa sua esperienza lavorativa, che continua tutt’oggi, nel 2011 nasce “Diario di una cassiera”, una rubrica pubblicata sull’Informatore, la rivista mensile di Unicoop Firenze. Sempre nel 2011 scrive il volume “I nostri primi 30 anni. La sezione soci Coop di Campi Bisenzio fra impegno, solidarietà, socialità e partecipazione”. Da gennaio 2012 si occupa delle rubrica Guida alla spesa dell’Informatore.

È a disposizione di tutti i nostri clienti il nuovo catalogo per i celiaci per conoscere i prodotti loro dedicati, sia quelli acquistabili con i buoni della Asl sia quelli non rimborsabili, venduti nei nostri punti vendita.

Copertina catalogo prodotti a marchio coop speciale senza glutineAll’interno del catalogo si potranno trovare anche utili e gustose ricette da realizzare con i prodotti senza glutine. È nato da una collaborazione di Unicoop Firenze con l’Aic, l’Associazione italiana celiachia.

Le ricette sono state studiate dalla cuoca dell’associazione e realizzate con alcuni prodotti presenti nei nostri punti vendita e che sono rimborsabili con i buoni della Asl. Tra questi si potranno trovare anche molti prodotti a marchio Coop a prezzi concorrenziali.

Per ogni ricetta si trovano anche le informazioni nutrizionali aggiuntive, come le calorie, le proteine, i carboidrati e i grassi di ogni piatto, oltre alle foto esplicative di alcuni passaggi della preparazione.

Come ha spiegato nella sua introduzione la dottoressa Chiara Roma, dietista Aic Toscana, referente del “Progetto alimentazione fuori casa”, la celiachia è un’intolleranza permanente al glutine e a oggi, nella sola regione Toscana, sono oltre diecimila le persone a cui è stata diagnosticata.

Biscotti e merendine prodotti a marchio coop senza glutineL’unica terapia è l’esclusione del glutine dalla propria alimentazione, avendo cura di evitare anche il glutine “nascosto” che si trova come eccipiente o quello presente a causa della contaminazione durante i processi di lavorazione. Per questo devono essere scelti gli alimenti con il marchio Spiga sbarrata e la dicitura “senza glutine” sull’etichetta del prodotto.

Da 13 anni è nato il “Progetto afc - alimentazione fuori casa”, dell’Aic, con lo scopo di creare una catena di esercizi informati sulla celiachia. In questo ambito Unicoop Firenze ha aderito al progetto per le gelaterie senza glutine predisponendo l’attivazione di una gelateria artigianale in grado di offrire gelato senza glutine.

Macchina per il pane senza glutineLa macchina per il pane Zero glu

Una proposta molto interessante nel catalogo riguarda la macchina per il pane Zero-Glu della Imetec. La macchina è proposta fra i prodotti di Più Scelta, acquistabile sul sito di Unicoop Firenze nella sezione Più Scelta dei negozi Coop.

Zero-Glu è la prima macchina del pane dedicata a chi deve seguire una dieta senza glutine, a chi è intollerante al grano o al lievito ma ama il pane o i dolci fatti in casa.

Si inseriscono gli ingredienti, si imposta il programma e poi fa tutto da sola, impasta, lievita e cuoce. Il ricettario, che viene fornito con la macchina, presenta 80 ricette già sperimentate e quindi ottime subito. Grazie ai suoi 20 programmi è adatta alle lavorazioni delle farine senza glutine da quelle integrali a quelle di farro e kamut, con pasta madre o pochissimo lievito.

Zero-glu, infine è adatta anche alle lavorazioni con le farine comuni. Per avere il pane caldo la mattina, basta inserire gli ingredienti la sera prima e programmare l’avvio ritardato, sino a 15 ore; al resto pensa lei.

Allora via ai lavori per pane classico, ciabatte e panini.


Notizie correlate


Gluten free sugli scaffali

Senza glutine e a marchio Coop, sono presenti da ottobre in iper e supermercati


Wurstel per tutti

Senza glutine, lattosio e glutammato niente rischi di allergie


Glutine nemico

Un'intolleranza alimentare in crescita. Le testimonianze di Claudia Koll e Gaia De Laurentis


Per tutti i palati

Senza proteine, all'uovo, integrale, senza glutine... Oggi la scelta sugli scaffali, al di là della normale pasta di semola, è veramente ampia