Il menù di cucina rapida ed economica ad Aprile

Scritto da Donatella Cirri |    Aprile 2013    |    Pag. 18

Donatella Cirri, nata a Firenze il 28 Agosto del 1949, laureata in Storia e Filosofia presso l’università degli Studi di Firenze, e abilitata all’insegnamento di materie letterarie negli Istituti Superiori. Si è sempre dedicata all’insegnamento e allo studio della storia di Firenze con particolare riguardo alla famiglia Medici e della storia della cucina dagli Etruschi al 1800. Ha tenuto conferenze e seminari su vari argomenti, inerenti ai suoi studi, per associazioni pubbliche e private, e ha collaborato con vari Comuni per Rievocazioni Storiche. Attualmente collabora con gli eredi Artusi per le manifestazioni del centenario artusiano: gli stessi eredi, Luciano e Ricciardo, hanno diffuso a livello di varie manifestazioni il Giuramento del Cuoco da lei scritto. Dal settembre di quest’anno è Maestro dei Novizi della “Venerabile Compagnia dei Quochi”, un’associazione di grande prestigio risalente al XVIII sec. “La Vera Cucina Italiana” Ed. Olimpia, Firenze, III Ed. novembre 1992 “Il Libro dei Menù” Ed. Olimpia, Firenze, ottobre 1983 “I Banchetti nell’Età del Magnifico” Comunità Montana dell’Alto Mugello, Mugello e Val di Sieve, 1992 “La Civiltà della Tavola – Storia e Gastronomia dagli Etruschi ai Giorni Nostri” DVD – In collaborazione con “Interdigital Studio”, Arezzo, 1993/1994

Ecco qualche idea per un menù pasquale ma non solo, capace di accontentare gli invitati, con un occhio alla tradizione e un pizzico di originalità, senza dove passare troppo tempo in cucina o spendere eccessivamente. Le ricette sono sempre per quattro persone, ma possono essere adattate anche per un numero maggiore di ospiti.

Inoltre arricchite la tavola con tovaglie chiare, magari in colori pastello, decorazioni di fiori, frutta o verdura, a vostro piacimento, che potrete acquistare con poca spesa, anche ai mercatini. L’importante è un “tocco personalizzato” e un po’ di fantasia. Buon appetito!

Antipasto

Menu di pasqua 2013 uovaUova sul prato

Ingredienti: 4 uova sode; 200 grammi di foglioline di spinaci piccole – ottime anche quelle già pronte nei sacchetti -; 200 grammi di pecorino fresco, tipo marzolino, sale , pepe, 4 cucchiai di olio di oliva extravergine.

In una pirofila, adatta ad essere portata in tavola, unta con un cucchiaio di olio, disponete gli spinaci interi o sminuzzati, naturalmente crudi; salateli e pepateli, ungeteli con il restante olio, copriteli con fettine di uova sode e passateli nel forno, non troppo caldo - circa 150\160 gradi - per 5 minuti. Disponete sopra il tutto il pecorino a fettine, fate fondere per qualche minuto e servite subito.

Il buono di questa ricetta è dato dagli spinaci, che devono essere croccanti e non troppo cotti; potrete arricchire l’antipasto, accompagnandolo con pecorino marzolino a fette, salame, possibilmente felino, e crostini di pane caldi, magari leggermente strusciati di aglio.

Primo piatto

Menu di pasqua 2013 garganelliPasta alle crudité

Ingredienti: 300 grammi di pasta corta all’uovo – tipo garganelli -; 1 carota, 3\4 cipolline fresche; 4 zucchine piccole - del tipo verde chiaro -; il cuore di 1 sedano; 6 cucchiai di olio extravergine di oliva; il succo di un limone; 200 grammi di robiola; sale, pepe nero; 30 grammi di parmigiano grattugiato.

Affettate finemente tutte le verdure, tipo filangé, con una delle tante grattugie in commercio e mettetele in una  ciotola, possibilmente non di plastica, con l’olio ed il succo di limone: lasciate almeno due ore in frigo.

Lessate la pasta al dente, mescolatela velocemente con le verdure, la robiola, che avrete ammorbidito con un ramaiolo di acqua calda; cospargete di parmigiano grattugiato fresco e di pepe macinato al momento e servite subito. Questa ricetta è ottima anche per condire i ravioli, sia quelli di ricotta e spinaci che quelli solo di ricotta o formaggi.

Menu di pasqua 2013 piselliSecondo piatto e contorno

Bistecchine di agnello al cartoccio con patate novelle e piselli
Ingredienti: 8 bistecchine di agnello; 8 cipolline novelle; 4 cucchiai di cognac; 300 grammi di patate novelle, tutte della stessa grandezza; 500 grammi di piselli freschi (pesati con il baccello); 2 fettine di pancetta stesa; 1 cucchiaio di trito di aglio e prezzemolo;  8 cucchiai di olio extravergine di oliva; qualche fogliolina di menta.

Disporre le bistecchine su di un vassoio, cospargerle con il cognac e lasciarle riposare per circa 30 minuti. Preparare dei pezzettini di carta di alluminio, mettere in ognuno di essi una bistecchina, una cipollina tritata, sale e pepe: chiudere i pacchettini e passarli in forno a 180 gradi per 12-15 minuti.

Nel frattempo preparare le verdure: cuocete i piselli in una casseruola, dopo averli sgranati, con un bicchiere d’acqua, 2 cucchiai di olio, il trito di aglio e prezzemolo, la pancetta tagliata a dadini, sale e pepe; le patate andranno saltate in padella con olio sale e pepe, per 10-15 minuti, secondo la grandezza, intere e con la buccia, dopo averle ben pulite.

Al momento di servire, mettete in ogni piatto due cartoccini con le bistecchine e un altro preparato accomodando un cucchiaio di piselli, scolati, con una o due patatine in un cartoccino simile, lasciato un po’ aperto e guarnito con  foglioline di menta. Decorate i piatti con soncino o valeriana.

Dessert

Menu di pasqua 2013 caffeMousse di cioccolata alla cannella

Ingredienti: 300 grammi di cioccolata fondente; 100 grammi di cioccolata bianca; 1 tazzina di caffè ristretto zuccherato con 4 cucchiaini di zucchero; 1\4 di litro di latte; 50 grammi di cacao amaro;1\2 litro di panna; cannella in polvere e\o in stecca.

Sciogliete il cioccolato fondente e quello bianco con il latte, a fiamma bassa e sempre girando: fuori dal fuoco, unite il cacao, girando energicamente con una frusta perché non faccia grumi e il caffè zuccherato.

Fate raffreddare a temperatura ambiente, e quindi unite metà panna liquida e metà montata a neve; se userete questa mousse come accompagnamento alla colomba, spolveratela leggermente con la cannella in polvere.

Se invece volete fare cosa più raffinata, servitela in bicchieri a calice aperto, tipo quelli usati per servire il Martini, coperta dalla parte di panna montata che, in questo caso, non avrete mescolato, spolverata di cannella in polvere e con una stecca di cannella intera, infilata nel centro: la colomba potrà essere servita insieme. In ogni caso la mousse deve essere servita ben fredda.

I tempi

La mousse può essere preparata con largo anticipo anche uno o due giorni prima: se la servite nei bicchieri, montate la panna al massimo due ore prima di andare in tavola.

Le uova con gli spinaci possono essere preparate in anticipo, così come le crudité della pasta: piselli e patate possono essere preparati anche due ore prima.

Al momento di andare in tavola, passate l’antipasto in forno e mettete su l’acqua della pasta: mentre mangiate il primo, potrete cuocere il secondo: non deve essere seguito, basta regolare bene la temperatura; all’ultimo, scaldate in forno anche i cartoccini con patate e piselli.

Foto di C. Valentini