L’alimentazione specifica per far fronte alle necessità della crescita

Scritto da Silvia Amodio |    Ottobre 2015    |    Pag.

Giornalista e fotografa Milanese, laureata in filosofia con una tesi svolta alle isole Hawaii sulle competenze linguistiche dei delfini. Ha collaborato come giornalista free-lance con settimanali e mensili (Famiglia Cristiana, Airone, D la Repubblica delle Donne, l'Espresso, Mondo Sommerso, New Age), scrivendo sempre di animali e accompagnando gli articoli con le sue foto. Ha lavorato anche all'enciclopedia sul gatto della De Agostini. Negli ultimi tempi la fotografia d'autore è divenuta la sua occupazione principale.

Foto S. Amodio

Pet food

La decisione di adottare un cucciolo è sempre un momento di festa e di gioia. Un cane o un gatto ci riempiranno la vita, cresceranno con i nostri figli, ci strapperanno un sorriso quando siamo giù di morale e ci faranno piangere quando, ormai anziani, se ne andranno, lasciando un vuoto che solo chi ha vissuto questa intensa relazione d’amore, è in grado di comprendere.

Accogliere in casa un animale è un impegno che deve essere preso molto sul serio da un punto di vista morale, ma anche il suo accudimento è importante a iniziare dall’alimentazione, come ci spiega Carlo Ciceroni, veterinario comportamentalista.

«In passato le cagne partorivano con un andamento stagionale, quasi sempre in primavera, quando le condizioni sono ottimali per la crescita dei cuccioli. Oggi, invece, per una serie di motivi, nei paesi industrializzati, i cuccioli sia di cani che di gatti,  nascono tutto l’anno, anche quando il clima è sfavorevole, sia per le temperatura che per la durata della luce giornaliera. La luce solare riveste un ruolo essenziale nella deposizione del calcio nelle ossa, soprattutto per i cani che hanno una massa corporea più grande rispetto ai gatti. I tempi necessari per un completo sviluppo del cane sono abbastanza simili, indipendentemente dalla razza, sia per un chihuahua che per un alano e, contrariamente a quanto succede nell’uomo, il tutto avviene in ogni caso entro pochi mesi. La differenza di bisogni e d’impegno di queste due razze, prese ad esempio come estremi del mondo canino, nell’approvvigionarsi dei nutrienti necessari, sia in termini proteici che, soprattutto, di calcio e di fosforo per lo scheletro, è evidente.

La nascita, in particolare delle razze cosiddette giganti, soprattutto se in condizioni di luce e clima sfavorevoli, deve necessariamente essere affiancata a partire dalla nutrizione della madre e dallo svezzamento dei cuccioli con una alimentazione sempre adeguata. Esistono al momento molti mangimi appositamente studiati per tale scopo che possono efficacemente affiancare o sostituire del tutto la scelta dell’alimentazione cosiddetta casalinga, cioè il pasto cucinato in casa.

Foto di S. Amodio

Soprattutto in gravidanza e nelle prime fasi dello svezzamento e della prima crescita, è comunque preferibile ricorrere ai mangimi appositamente studiati, piuttosto che correre il rischio di preparare dei pasti che siano insufficienti dal punto di vista nutrizionale. Nel caso in cui molti animali debbano stare insieme, ad esempio allevamenti, canili, pensioni ecc., i mangimi trovano un impiego praticamente obbligato per la loro praticità e completezza».

Quando decidete di accogliere nella vostra famiglia un cucciolo, prima di cedere alla tentazione di acquistare quello di razza “perfetto”, prendete in considerazione la possibilità di sceglierne uno abbandonato. Contribuirete alla lotta del randagismo e riceverete tanta riconoscenza.

Crocchette pollo e riso

Negli scaffali del supermercato ci sono anche prodotti specifici sia per gattini che per cagnolini, per chi vuole essere attento all’alimentazione degli animali d’affezione in tutte le fasi della crescita.

Per i cuccioli di cani, a marchio Coop, ci sono crocchette con pollo e riso, ricche in proteine e grassi, per soddisfare il fabbisogno della crescita con un attento apporto di vitamine e sali minerali (calcio e fosforo) per supportare lo sviluppo muscolare e osseo. Un mix di sostanze, fra cui iodio, zinco, selenio, vitamina E e vitamina C, svolgono un’azione antiossidante. Le crocchette contengono anche fonti di Omega 3 (Dha ed Epa, Fos (fruttoligosaccaridi) e Mos (mannano-oligosaccaridi), zuccheri ad azione prebiotica, che equilibrano la flora microbica intestinale.

Per i gattini la ricetta per le crocchette di pollo e riso, sempre a marchio Coop, è adattata alle loro esigenze e va bene anche per le gatte nell’ultima fase della gravidanza e durante l’allattamento. Anche in questo caso Coop si prende cura di loro con un’alimentazione completa ed equilibrata che assicuri il corretto apporto giornaliero di nutrienti, di vitamine e minerali per un armonico sviluppo del tessuto muscolare e dell’apparato scheletrico. La formula contiene ingredienti che apportano acidi grassi Omega 3 (Dha ed Epa) e Omega 6, importanti per i giovani animali e per il mantenimento del pelo lucido e della cute sana. I Fos (fruttoligosaccaridi) svolgono un’azione prebiotica a livello intestinale regolando lo sviluppo della flora microbiotica intestinale.

Entrambe le formule, sia per cani che per gatti sono senza coloranti e conservanti.