I cittadini senegalesi Samb Modou e Diop Mor, ricordati con una scuola e un ambulatorio in Senegal

Piazza Dalmazia a Firenze. Ricordo delle uccisioni del 13 dicembre 2011

Piazza Dalmazia, ricordo delle uccisioni del 13 dicembre 2011. Credito: Sailko

Senegal

È ricordata come la “strage di Firenze”, un duplice omicidio con motivazioni esclusivamente razziste, avvenuto il 13 dicembre 2011 con i cittadini senegalesi Samb Modou e Diop Mor, uccisi da Gianluca Casseri, razzista e di estrema destra.

Agli inizi di dicembre una delegazione si recherà nei villaggi d’origine dei due senegalesi, Mont Rolland e Darou Tenefoul. Saranno inaugurati una scuola e un centro sanitario per la maternità presso l’ospedale di Thies, voluti e sostenuti da Fondazione Il Cuore si scioglie onlus, Cgil toscana, Arci regionale e Regione Toscana.

Della delegazione faranno parte il giornalista Benedetto Ferrara e l’operatore e regista Antonio Chiavacci. Infatti il 12 dicembre verrà proiettato il video delle giornate senegalesi al cinema Alfieri di Firenze.

Info: www.coopfirenze.it