Con le cooperative culturali de Il dì di festa, alla scoperta delle meraviglie sulle sponde dell’Arno

Scritto da Mariella Marzuoli |    Settembre 2016    |    Pag. 38

Laureata in filosofia nel 1986 presso l'Università di Firenze. Ha lavorato presso riviste di settore ed ha collaborato con l'Informatore Coop Unicoop Firenze con articoli, correzione di bozze, editing e redazione televideo. Ha formazione "nell'area dell'intercultura e della facilitazione delle interazioni comunitarie", ha frequentato il Laboratorio di comunicazione e avvio al giornalismo per adulti italiani e stranieri", organizzato dall'agenzia Eform e dalla rivista Testimonianze. Insegna in corsi per stranieri Lingua e Cultura italiana. È tornata a collaborare con Unicoop Firenze per redazione pubblicazioni, correzione bozze e editing, e per la produzione di comunicazione (cartacea e web) dell'iniziativa Il dì di festa.    

Stia. Cascata - Foto M. Maestrini

Visite guidate

Entro dei ponti tuoi multicolori

l’Arno presago quietamente arena

e in riflessi tranquilli frange appena

archi severi tra sfiorir di fiori

Dino Campana

Una storia che si dipana per 241 km dalla sorgente alla foce: il fiume Arno è anche questo. Il progetto “Arno 2016” di Unicoop Firenze non si limita alla rievocazione della tragedia dell’alluvione del 1966 ma, coinvolgendo esperti, storici, scrittori, fotografi, registi e tantissimi volontari, soci e cittadini, ha dato luogo a una grande operazione culturale e di riappropriazione della storia delle comunità che sono nate e si sono sviluppate nei secoli lungo il fiume.

I cinque temi su cui si sviluppa il progetto – lavoro, uso, costruzioni, flora e fauna, passato e presente – hanno dato luogo a molti eventi e attività: corsi di scrittura, di fotografia, conferenze, una mostra itinerante, un festival e, prossimamente, anche un film.

Un complesso archivio della memoria destinato a rimanere nel tempo.

Le cooperative del Dì di festa, con il patrimonio di conoscenza del territorio toscano che le caratterizza, non potevano non essere fra i protagonisti di questo progetto.

A settembre saranno molti gli eventi dedicati all’Arno, per offrire la possibilità di un approccio non consueto, finalizzato alla scoperta di luoghi o tradizioni poco conosciuti o dimenticati.

Domenica 4 settembre

ore 10 Marina di Pisa – C’era una volta Boccadarno… Dove il fiume termina il suo lungo viaggio, accompagnati dalle poesie di D’Annunzio.

ore 10.30 Arezzo – Dai ponti di Arezzo fino alla Chiusa dei Monaci. Escursione fra i due ponti medievali di Romito e Buriano.

ore 10.30 Figline Valdarno – Sulle tracce di Annibale: il mulino di Bruscheto e il Ponte di Annibale. La bellezza di una zona poco conosciuta ma di rilevante valore storico.

Sabato 10 settembre

ore 10 Signa – Signa e i suoi cappelli di paglia. La storia di un territorio e i suoi nessi con le attività artistiche e la moda.

ore 10.30 San Giovanni Valdarno – Percorso d’acqua: fra lavatoi e vecchi mulini del Canale Berignolo d’Arno.

ore 15 Arezzo – Il percorso dell’acqua fra spazio e tempo. Un viaggio nella città del Petrarca e di Mecenate per seguire le “strade dell’acqua”.

Domenica 11 settembre

ore 10.30 Arezzo – Là dove l’Arno disdegnoso torce il muso agli aretini. Camminata alla scoperta della Pieve di Sietina, della vecchia cartiera di Giovi e dell’ansa dell’Arno in quel punto.

ore 10 Calci – Storia, arte e natura: appuntamento a Calci. Visita alla Pieve e alla Certosa.

ore 16 Pisa – Il cantiere e il Museo delle antiche navi di Pisa. Un’eccezionale testimonianza di naufragi di carichi mercantili legati alla navigazione in Arno. Replica il 25 settembre.

Sabato 17 settembre

ore 10.30 Firenze – Sulle tracce delle vecchie strutture: immaginando le sponde dell’Arno nel secolo scorso. Camminata, guidata e illustrata, seguendo i disegni di Silvio Polloni, il pittore di Bellariva.

ore 15 Stia – Chiare, dolci e forti acque. Il centro storico di Stia, con il Museo della Lana, ci mostra come in Casentino la mano dell’uomo abbia domato le acque per le attività produttive.

ore 15.30 Terranuova Bracciolini – Esploratori naturalistici lungo il fiume Arno. Passeggiata nel cuore dell’area protetta di Bandella e della Valle dell’Inferno.

ore 17.45 Firenze – Alla scoperta di mulini e gualchiere medievali lungo l’Arno fiorentino. Un itinerario su gommoni da soft rafting dal Girone a Rovezzano. Replica sabato 24 settembre.

Domenica 18 settembre

ore 10 Firenze – Visita al parco delle Cascine, dal rivus frigidus alla città dell’aria. Alla scoperta di alcune vie d’acqua che hanno segnato lo sviluppo economico della piana. Per finire, visita dell’edificio della Scuola di Guerra Aerea, nata alla fine degli anni ’30, la cui apertura, straordinariamente autorizzata dall’Aeronautica Militare, è a titolo gratuito.

ore 10.30 Firenze – Rovezzano e il suo rapporto con l’Arno. Percorso dal Parco della Villa Favard al ponte di Varlungo.

ore 16 Vicopisano – Quotidianità nel Medioevo, usi, costumi e tradizioni di un borgo che sorge alla confluenza di due importanti corsi d’acqua, l’Arno e l’Auser, ossia il Serchio.

ore 16.30 Firenze – Navigando a piedi l’Arno. Un percorso a zig zag da una riva all’altra, per scoprire le testimonianze di antichi usi legati al fiume.

Sabato 24 settembre

ore 15 Loro Ciuffenna – L’incanto della natura, la forza dell’acqua e la mano dell’uomo: visita alla Pieve di Gropina, al centro storico e all’antico mulino azionato ad acqua.

ore 17.45 Firenze – Alla scoperta di mulini e gualchiere… (Vedi 17 settembre)

Domenica 25 settembre

ore 10 Pisa – Il cantiere e il Museo delle antiche navi di Pisa. (Vedi 11 settembre)

ore 10 Pontedera – L’Arno e le grandi opere di ingegneria idraulica: le Cateratte di Ximenes, uniche in Italia e in Europa.

ore 15 Montevarchi – Il Valdarno una volta era un lago. Percorso a piedi lungo l’argine dell’Arno e visita al Museo paleontologico dell’Accademia valdarnese del Poggio.

Prenotazioni e info sui prezzi di tutti gli eventi

0555001495

dal lunedì al venerdì ore 9-17

info@ttctoscana.com

Tutti i dettagli e prenotazioni tramite boxoffice su www.coopfirenze.it/ildidifesta

Libro

Lungo l’Arno

Francesco Giannoni

L’Arno. Non poche volte ha provocato drammi, l’ultima nel ‘66. Oggi siamo più tranquilli. E allora, studiamolo questo corso d’acqua, a volte poco più che un torrente, a volte fiume maestoso. Ci aiuta, anche con immagini strepitose, Lungo l’Arno - Paesaggi, storia e culture, piacevole e rigoroso libro di Saida Grifoni (ed. Aska).

Ci sorprendono i capolavori e i manufatti, le storie e i toponimi che fioriscono lungo un fiume di “appena” 241 chilometri. Cominciamo con Ponte a Buriano, ritratto da Leonardo nella Gioconda. Ecco le Gualchiere di Remole, uno dei tanti opifici che hanno sfruttato l’energia dell’acqua per l’antica industria tessile. La Badia a Settimo, quasi un fortilizio, nei cui pressi c’era un porto. Il Masso delle Fate, alla Gonfolina, presso Lastra a Signa, dal paesaggio orrido e magnifico.

Ricordiamo che i “fòchi” artificiali a Firenze si tenevano sui ponti, mentre tutt’oggi la Luminara di San Ranieri fa risplendere di migliaia di luci i palazzi sul lungarno pisano.

Concludo con un ricordo personale: mio padre, classe 1926, da ragazzo faceva il bagno in Arno con gli amici; fin qui niente di particolare. Quando avevano sete, attingevano col palmo della mano direttamente dal fiume…

Ne è passato di Arno sotto i ponti!

Libro: Saida Grifoni, Lungo l’Arno - Paesaggi, storie e culture, Aska, pagg. 448, prezzo di copertina 15 euro.

Nei punti vendita di Arezzo via Amendola, Bagno a Ripoli, Cascina, Empoli Centro, Figline, Firenze (Gavinana, Ponte a Greve, Novoli, via Cimabue), Lastra a Signa, Montecatini, Montelupo, Montevarchi, Pisa (Porta a Mare, Cisanello), Pontassieve, Pontedera, San Giovanni, Santa Croce, Sesto Fiorentino.


Notizie correlate

Racconti d’Arno - 5

I primi due racconti più votati sul web fra quelli arrivati per il concorso di narrativa Arno 2016


Raccolta in rete

Un nuovo canale per la raccolta fondi on line per San Paolo a Ripa d’Arno

Video

Dal Falterona a Bocca d’Arno

Una mostra e tante attività per raccontare il fiume toscano


Racconti d’Arno - 4

Pubblichiamo due racconti fra quelli arrivati per il progetto Arno 2016