La nuova campagna per raccontare il fiume e la gente intorno

Scritto da Sara Barbanera |    Novembre 2015    |    Pag.

Laureata in Scienze della comunicazione presso l'Università La Sapienza di Roma nel 2001, nel 2016 consegue la laurea in Sviluppo Economico e Cooperazione Internazionale presso l'Università degli studi di Firenze.

È giornalista dal 2001, dopo la collaborazione con la cronaca umbra del Messaggero e con altri periodici locali.

Dal 2004 lavora in Unicoop Firenze dove, per 5 anni, ha svolto attività in vari punti di vendita, con un percorso di formazione da addetta casse a capo reparto servizio al cliente. Dal 2009 al 2011 ha coordinato le sezioni soci Coop di Firenze.

Dal giugno 2011 è direttore responsabile dell'Informatore Unicoop Firenze, responsabile della trasmissione Informacoop e della comunicazione digitale presso gli spazi soci Coop.

"Per mezza Toscana si spazia Un fiumicel che nasce in Falterona E cento miglia di corso nol sazia”. Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, Canto XIV - Foto di D. Tartaglia

Concorsi

L’Arno, che dal Monte Falterona a Marina di Pisa, attraversa la Toscana, è il fiume che attraversa luoghi e tempi diversi e unisce natura, storia e memorie delle persone che lo hanno vissuto. Con le sue attività produttive del passato, i suoi usi, antichi e nuovi, l’arte che ha ispirato e che ancora oggi può ispirare, l’Arno è un percorso che racconta tutta la Toscana. Proprio per la sua importanza storica, culturale e naturalistica, la Cooperativa ha scelto l’Arno come uno dei temi conduttori del 2016: non a caso e anche in vista di quelle memorie legate all’anno 1966 in cui l’Arno ha sconvolto il volto di Firenze e di buona parte del territorio regionale.

Amato e temuto, il fiume è memoria del passato ma anche riferimento nel presente e disegno per il futuro di ciò che l’Arno potrà essere domani per chi lo abita ogni giorno.

Le idee per il 2016 sono in cantiere e le proposte sul tema dell’Arno saranno tante e rivolte a tutti: a chi ama scrivere, fotografare o raccogliere e narrare le storie sul fiume toscano per eccellenza.

L’Arno è un patrimonio intorno al quale ritrovarsi, per percorrere un tragitto ideale e reale lungo il suo corso. Al tempo stesso il fiume è parte di quella mappa della Toscana che la Cooperativa ha iniziato a disegnare insieme ai propri soci e ai cittadini toscani, rimettendo al centro quei beni comuni intorno ai quali costruire un’identità condivisa: la via Francigena, il Battistero di Firenze, l’Accademia della Crusca sono le tappe di un percorso che si arricchisce oggi con il viaggio “Lungo l’Arno”, aperto a tutti i cittadini che vogliono percorrerlo e dare il proprio contributo.

Chi vuole, può partire fin d’ora partecipando ai due concorsi lanciati dalla cooperativa e realizzati in collaborazione con le sezioni soci, le istituzioni culturali e le associazioni dei tanti territori toscani coinvolti.

Concorso fotografico

Invia una foto b/n o colori in formato digitale con estensione jpg, lato lungo 30 cm, 300 o 72 dpi. Il tema del concorso è l’Arno come luogo di attività produttive, ambiente verde o spazio di svago e di contemplazione. Seleziona le immagini in cui il fiume è soggetto o scenario di una storia, di un ricordo, di un ritratto che ti appartiene e a cui appartieni: le foto migliori verranno scelte e pubblicate sul sito di Unicoop Firenze e in una raccolta che verrà diffusa al termine della selezione.

Info:  www.arno2016.it ; 05547801; arno2016@coopfirenze.it

Concorso di scrittura

Invio il tuo racconto breve alla redazione dell’“Informatore” per partecipare alla selezione per la pubblicazione su un numero del mensile dei soci di Unicoop Firenze.

Il concorso è riservato a opere di narrativa inedite, scritte in lingua italiana, che abbiano la forma del racconto, con una lunghezza massima di 2500 caratteri, spazi inclusi. Tutti gli elementi formali (come interlinea, carattere, impaginazione ecc.) sono a discrezione dell’autore, purché il testo sia chiaro e leggibile e non superi la lunghezza indicata. Non verranno prese in considerazione opere scritte a mano o dattiloscritte e verrà accettato al massimo uno scritto per partecipante. I testi migliori verranno pubblicati sul giornale nel corso del 2016.

Le opere possono essere inviate per posta o per e mail ai recapiti di seguito indicati.

Insieme al testo del racconto, ogni partecipante deve inviare l’autorizzazione al trattamento dei dati personali (ai sensi del D.Lgs 196/2003) necessaria per pubblicare i manoscritti.

Info:

  • Concorso “Arno 2016”
  • Redazione “Informatore”
  • Oggetto: “Concorso “Arno 2016” ;
  • Email: arno2016@coopfirenze.it;
  • Tel: 05547801