Pasta artigianale, filetti di tonno, ferri da stiro in offerta

Pasta Fabianelli
Artigianale e toscana

Il Pastificio Fabianelli è nato a Castiglion Fiorentino, in Val di Chiana, nel 1860, come laboratorio artigianale. Attualmente è una moderna azienda guidata dalla quarta generazione della famiglia Fabianelli, e continua a mantenere viva una tradizione produttiva tutta toscana, che unisce una secolare sapienza nella lavorazione della pasta a nuove tecnologie, realizzando un prodotto genuino e di qualità.

Fabianelli utilizza una particolare macchina che "stampa" la pasta da una sola e continua sfoglia fine di pasta di semola di grano duro, lungamente e pazientemente lavorata.
Da questa originale tecnologia nascono le orecchiette, le ruote, i fiocchetti, le reginelle, piccoli "gioielli" tutti da gustare.


Tonno Callipo
Tradizione e innovazione

L'azienda Callipo si trova in Calabria a Pizzo (provincia di Vibo Valentia), località situata nel cuore del golfo di Sant'Eufemia. Fondata nel 1913 da Giacinto Callipo, è ancora oggi guidata dalla famiglia. E' stata la prima in Calabria e tra le prime in Italia ad inscatolare il pregiato tonno del Mediterraneo.

La lavorazione del tonno, effettuata nello stabilimento di Maierato (un comune limitrofo a Vibo), è a metà fra tradizione ed innovazione tecnologica. L'intero ciclo di lavorazione, a partire dal tonno intero, è condotto con la massima cura: dalla selezione della materia prima alla giusta cottura, dall'attenta pulitura del pesce alla selezione dei tranci lavorati, sino alla stagionatura.
Al tonno cotto a vapore, al sale e all'olio, non viene aggiunto alcun altro ingrediente o aroma. Ne deriva, pertanto, un prodotto che mantiene inalterate tutte le sue caratteristiche nutrizionali.

L'azienda calabrese è stata la prima ed al momento l'unica nel settore delle conserve di tonno ad aver ottenuto la Certificazione di prodotto. Callipo sarà presente a luglio sugli scaffali dei supermercati Coop con la nuova linea delle Rustiche di tonno, ottime sia come condimento per la pasta o secondo piatto, dove al tonno sono abbinati prodotti tipici dell'alimentazione mediterranea.
Quattro le varietà proposte: Filetti di tonno con 'nduja calabrese (un salume composto da un trito di carni suine aromatizzato al peperoncino piccante), con cipolla rossa di Tropea, con pesto ligure e con cuori di carciofi.


Ferri da stiro a caldaia
La piega perfetta

Stirare è più facile con i ferri a caldaia. Si impiega meno tempo e fatica e i capi risultano impeccabili. Questi ferri di ultima generazione sono infatti estremamente professionali e i risultati si vedono.

In alternativa ai modelli a vapore con serbatoio incorporato, un contenitore di acqua la cui potenza varia da 1400 a 2200 watt, troviamo i ferri a caldaia, che presentano invece un serbatoio esterno dove l'acqua, convogliata in una caldaia, giunge nel ferro già sotto forma di vapore. Il vantaggio è di avere una riserva d'acqua maggiore e quindi di stirare più a lungo senza interruzioni. In questi modelli a caldaia separata il serbatoio ha una capacità di circa un litro d'acqua (si può utilizzare anche quella di rubinetto).

Hanno una potenza complessiva, data cioè da quella del ferro e da quella della caldaia, di circa 2.000 watt, e infine offrono una temperatura del vapore più alta e più costante. I ferri più diffusi consentono di avere un'autonomia di stiro di circa due ore, ma per le persone con esigenze di tempi di stiro più lunghi sono stati messi in commercio ferri "a carica continua", ossia che non necessitano di far raffreddare la caldaia prima di effettuare un rabbocco. Tutto ciò consente di poter stirare a lungo e con ottime prestazioni.


Artigianato toscano
Lavorazioni antiche

Lavorazioni antiche
Le maioliche di Montelupo, il vetro di Empoli, l'alabastro di Volterra, il marmo di Carrara. A ogni luogo corrisponde un'arte, una storia, una tradizione. Il saper fare, gli antichi mestieri che ancora oggi sopravvivono in Toscana, collegano il passato con il presente come un filo invisibile. L'artigianato toscano, multiforme nei suoi aspetti, è strettamente legato al territorio, di cui è spesso una risorsa economica di grande valore.

Grazie a piccole imprese locali viene prodotta un'oggettistica di qualità, unica nella sua lavorazione, frutto di un passato secolare e di un'antica sapienza. Basti pensare alla lavorazione dell'alabastro, pietra misteriosa, ideale per la sua "morbidezza" per la realizzazione di manufatti artistici e di oggetti di uso comune. La lavorazione dell'alabastro, a Volterra, dagli Etruschi è continuata nei secoli attraverso diverse civiltà e culture fino ai nostri giorni, dando vita a lavori dalla tecnica perfetta, statuine, vasi, piatti, ricchi di movimenti e decori. Spesso oggi si unisce uno spirito modernista e innovativo che contamina l'alabastro con altri materiali o propone sue applicazioni nel campo dell'arredamento e del design.


Stampa digitale
Foto fai-da-te

Con la fotografia digitale, che sul mercato sta soppiantando quella tradizionale, anche la stampa digitale è cresciuta di importanza. Piace molto la soluzione fai da te, con le stampanti fotografiche usate in casa, che danno risultati identici a quelli dei laboratori di stampa. E' sufficiente una stampante collegata al computer o, grazie alle nuove tecnologie, direttamente alla fotocamera digitale. Ormai si possono acquistare stampanti fotografiche ad un prezzo contenuto: queste sfruttano la tecnologia a getto di inchiostro in esacromia (utilizzo di 6 colori per la composizione dell'immagine anziché quattro come nelle tradizionali quadricromie) che garantisce stampe di qualità notevole.

In alternativa ci sono i tradizionali laboratori di stampa fotografica che ormai si sono adeguati al nuovo trend e forniscono quasi tutti il servizio di stampa digitale. Nei supermercati ed ipermercati Coop è disponibile un punto raccolta fatto per lo sviluppo delle foto analogiche e digitali, con tempi di riconsegna entro le 48 ore.

C'è poi una terza possibilità: affidare le proprie immagini a un sito web che fornisce servizi di stampa on-line. Questi siti, sempre più numerosi, danno la possibilità di inviare le proprie immagini, che poi saranno recapitate direttamente a casa o ritirate nel punto vendita più vicino.


ALL'IPERCOOP
Jolly di domenica


A luglio e agosto, di domenica, torna il carrello Jolly. I più fortunati potranno portarsi via, grazie a questa iniziativa, ben 1500 carrelli con le loro spese senza pagare un euro.

Quando? Tutte le domeniche di apertura, nei sei ipermercati di Unicoop Firenze, nei due mesi estivi.

Alla cassa sarà consegnata al cliente una cartolina che verrà passata sul lettore ottico. Se è vincente tutta la merce presente nel carrello verrà regalata, qualunque sia l'importo della spesa: da pochi euro a migliaia.

Con il carrello Jolly vale la pena tentare la fortuna!