L'opera di Boiardo, raccontata dagli attori del laboratorio teatrale di Certaldo

L'Orlando su cd
Si racconta l'Orlando innamorato,
la bella Angelica, il fiero Agricane, il cavallo Baiardo e le mirabolanti avventure di un gruppo di arditi cavalieri. Lo si racconta a ciascuno di voi, a voce alta, proprio come accadeva molti anni fa, a veglia nell'aia o davanti ad un caminetto acceso. Le gesta dei cavalieri partoriti dalla fertile fantasia di Matteo Maria Boiardo, autore quattrocentesco nato a Scandiano, in provincia di Reggio Emilia, prendono vita grazie alle voci degli attori del laboratorio L'Oranona di Certaldo.
Non paghi di aver letto e riletto l'"Orlando innamorato", e di averlo raccontato a migliaia di persone in giro per la Toscana e oltre, gli attori dell'Oranona hanno registrato l'intera opera su cd.
Un cofanetto con tre compact che raccoglie l'intero poema boiardesco e che ci accompagna con delicatezza nel suo mondo incantato di belle e impossibili, ribaldi guerrieri, cavalli magici e sbruffoni da quattro soldi. Un universo meraviglioso in cui verità e magia sono tutt'uno e l'amore è l'unica forza che conduce gli uomini.
Il tutto narrato nella prosa ricca e seducente del Boiardo, una lingua apparentemente difficile ma in verità profondamente musicale, ironica e dissacrante.

Matteo Maria Boiardo, scrittore capace di fondere il ciclo bretone e quello carolingio, autore di un personaggio, Orlando, cavaliere divenuto pazzo d'amore per una donna, ha scatenato negli artisti dell'Oranona il desiderio di raccontare a quante più persone possibile questa storia antica e ancora freschissima.
Ecco allora che, sulla scia della tradizione orale dei maggianti, gli attori e gli autori (Carlo Romiti e Silvia Cappelletti, che hanno lavorato alcuni mesi alla riduzione del testo boiardesco) hanno abbracciato la filosofia del teatro da ascoltare. Forse una scommessa, ma anche la risposta al bisogno avvertito da molti di tornare ad ascoltare i testi, magari facendo una passeggiata o guidando in mezzo al traffico.

«La tradizione orale è nel nostro dna - spiega Carlo Romiti, che è anche regista di questo Orlando -. La teatralità di tutti noi toscani è figlia di questa tradizione, di quella dei maggianti, della loro gestualità e della loro carica emotiva».
Ma l'Orlando innamorato è stato scelto anche per la passione che ha messo nel descrivere uno dei suoi protagonisti, il più bizzarro e amato, il cavallo.
«L'Orlando innamorato in effetti è il mio preferito - spiega Romiti -, non solo per l'immediatezza della narrazione e per il ritratto dei personaggi ma soprattutto per la presenza quasi costante del cavallo, che è la mia malattia».
L'opera messa su cd è un adattamento con parti in prosa e parti originali in versi, arricchita dai brani strumentali di Damiano Santini e dalle musiche elettroniche di Tommaso Nobilio.
La sobrietà di mezzi con cui è stato realizzato non traggano in inganno, dentro c'è un pianeta avvincente che rapisce e conquista. E che permette di compiere una scelta: quella di fermarsi per qualche tempo e ascoltare.
«Cercare testi del passato e tradurli in linguaggio contemporaneo è un gioco piacevole ma è anche una fuga dalla follia tecno-rococò che stiamo vivendo - continua il regista -. Perciò chiedere al pubblico di rinunciare a una sera davanti alla tv e di stare in ascolto è una scelta non solo estetica ma anche etica».

"L'Orlando innamorato", prodotto da Associazione Polis e Comune di Certaldo, è un cofanetto con 3 cd e un libretto, costa 20 euro e si può acquistare inviando una mail a info@oranona.it. Info: tel. 0571663580, www.oranona.it