Scritto da Edi Ferrari |    Marzo 2017    |    Pag. 46, 47

Giornalista. Dal 1988 nel magico mondo della comunicazione (uffici stampa, pubbliche relazioni, editoria, eccetera), e con una quasi (senza rimpianti) laurea in Lettere, collabora con Unicoop Firenze anche per l'aggiornamento dei contenuti del sito internet, per le pagine del tempo libero. Ha lavorato anche nella redazione di Aida (attuale Sicrea), dove si è occupata principalmente della realizzazione di trasmissioni televisive, fra le quali anche InformaCoop. Per l'Informatore si occupa delle pagine degli "Eventi".

Caravaggio

Caravaggio, "Ragazzo morso da un ramarro"

SANSEPOLCRO / Piero, Caravaggio e Roberto

È un inedito accostamento fra Caravaggio e Piero della Francesca, a prima vista anche azzardato, quello che presenta la mostra “Nel segno di Roberto Longhi. Piero della Francesca e Caravaggio”, al Museo civico di Sansepolcro (Ar) fino al 4 giugno. Eppure le motivazioni emergono se si guardano i due artisti, fra loro così lontani e diversi, nel segno di Roberto Longhi. Entrambi, infatti, furono studiati e “riscoperti” dallo storico dell’arte già a partire dai suoi anni formativi. Roberto Longhi (1890-1970) è stata una delle personalità più affascinanti della storia dell’arte del XX secolo; fondamentali sono stati i suoi studi sul Caravaggio, su Piero della Francesca e sugli artisti di quella che lui chiama “Officina ferrarese”. Del Caravaggio Longhi fu “scopritore” moderno, studioso e collezionista, tanto da acquisire per la propria raccolta il Ragazzo morso da un ramarro. In mostra, accanto a questo capolavoro giovanile di Caravaggio, al Polittico della Misericordia di Piero della Francesca, al Ritratto di giovane di Ercole de’ Roberti, documenti provenienti dall’archivio, dalla biblioteca e dalla fototeca della fondazione di Studi di storia dell’arte Roberto Longhi. Il Museo civico è in via Niccolò Aggiunti 65. Ingresso 4/10 euro.

Info: 199151121, www.mostrapieroecaravaggio.it


CALENZANO / Soldatini e bambole


Compie 18 anni l’“Oscar del soldatino”, il primo concorso europeo di creatori di soldatini che si tiene l’11 (dalle 15 alle 17) e il 12 (dalle 10 alle 16) marzo al Centro congressi Hotel Delta Florence a Calenzano (Firenze). Oltre 800 le opere esposte che le giurie (esperti di uniformologia e docenti di storia dell’arte, oltre a giornalisti, scenografi, registi e attori per l’assegnazione di un trofeo creato dagli allievi dell’Università del Design di Calenzano) devono giudicare, e diversi i premi che saranno assegnati. Il 12 marzo (dalle 9 alle 16) si svolge anche il “Salone del soldatino e della bambola”: 200 espositori mettono a disposizione quello che serve per iniziare o migliorare la propria raccolta di soldatini e di bambole. Gli ingressi al concorso e al Salone sono ad offerta libera. Via Vittorio Emanuele 3.

Info: 330565439-055882041, a.barlacchi@mclink.it


CASTELFIORENTINO-MONTAIONE / Donne protagoniste

Le conquiste sociali, politiche ed economiche, ma anche le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono state - e sono tuttora - oggetto: l’8 marzo è la “Giornata internazionale della donna” e sono diverse le iniziative che vengono organizzate nel corso del mese. Fra le tante, a Castelfiorentino (Fi) il 6 si inaugura alla Coop di via Leonardo da Vinci una mostra dedicata alle leggi italiane che hanno segnato un cambiamento nella condizione femminile; l’8 si inaugura al Ridotto del Teatro del Popolo una mostra fotografica retrospettiva di Monica Gazzo (fino al 19). Retrospettiva e proiezione di film della stessa autrice che ritroviamo anche fra le iniziative che si tengono a Montaione (Fi), al Circolo del Cinema L’Angelo Azzurro in piazza Gramsci, dal 19 marzo fino ad aprile.



CIGOLI / Sua maestà il tartufo


A Cigoli, incantevole borgo del Comune di San Miniato (Pi), il 18 e il 19 marzo torna l’appuntamento con la “Mostra mercato del tartufo marzuolo”. Da diciannove anni l’associazione Eventi cigolesi propone a buongustai e visitatori un fine settimana alla scoperta del prezioso tubero, il cui nome viene dal mese prediletto per la raccolta, marzo, e che ha dimensioni leggermente più piccole del fratello maggiore, il tartufo bianco, che cresce invece nei mesi autunnali. Accanto alla mostra mercato, iniziative culturali, mostre e animazioni per grandi e piccini. La domenica mattina si svolgerà la gara provinciale di escavazione del tartufo e nel pomeriggio ci saranno prove dimostrative di ricerca e di escavazione e la premiazione del tartufo marzuolo gigante delle colline sanminiatesi. Per gli amanti della vita all’aria aperta, sarà organizzata in collaborazione con il Nordic walking Toscana una passeggiata per tutte le età. La degustazione di piatti tipici e specialità al tartufo marzuolo è assicurata dallo staff del ristorante Papaveri e papere di San Miniato.

Info: 3201755966, www.cigoli.org



FIRENZE / Un finlandese alla corte dei Medici

“Un finlandese alla corte dei Medici” è il primo evento espositivo della mostra itinerante “Markku Piri - Vetro & dipinti”, che dopo Firenze sarà ospitata a Roma e poi a Venezia. La mostra, che apre le celebrazioni in Italia del centenario dell’indipendenza della Finlandia, presenta creazioni artistiche in vetro realizzate da Markku Piri - designer, scenografo, pittore, poliedrico e prolifico artista finlandese - con i più rinomati maestri artigiani di Murano e con gli artisti della cooperativa finlandese Lasismi; e ancora serigrafie, dipinti e tessuti stampati. Anche gli spazi delle tre sedi espositive hanno ispirato le creazioni di Piri: con questo spirito a Palazzo Medici Riccardi l’artista ha ideato un’installazione in onore di Michelangelo. Via Cavour 1, dal 23 marzo al 4 giugno, orario 8.30-19, mercoledì chiuso. Ingresso: libero dal lunedì al venerdì, sabato e domenica su prenotazione con accredito.

Info: 0552760340, biglietteria@palazzo-medici.it


FIRENZE / Astronomia e fisica dalla Specola ad Arcetri

Sala delle Cicogne, Torrino della Specola


La mostra “Astronomia e Fisica a Firenze dalla Specola ad Arcetri” ricostruisce, attraverso documenti, fotografie e strumenti, le tappe fondamentali delle due discipline scientifiche, dall’apertura al pubblico dell’Imperiale e reale museo di fisica e storia naturale, nel 1775, alla vigilia del secondo conflitto mondiale. Le cattedre di astronomia e fisica, stabilite presso il museo negli anni ‘30 dell’Ottocento, ebbero infatti un ruolo determinante nella nascita dell’Istituto superiore di studi pratici di perfezionamento, trasformato nel 1924 in Università. Il percorso espositivo si articola in tre sezioni: “L’Imperiale e reale museo di fisica e storia naturale e le prime osservazioni astronomiche” alla Tribuna di Galileo, “La fisica dalla Specola ad Arcetri” (Collezione Zoologica/Corridoio Mostre Temporanee) e “La Strumentazione astronomica” al Torrino. Al Museo La Specola fino al 19 marzo, aperto da martedì a domenica, 9.30-16.30. La Tribuna di Galileo è a ingresso libero; per le restanti sezioni ingresso 3/6 euro.

Info: 0552756444, www.msn.unifi.it


LUCCA / Una storia d’arte

Complesso di San Micheletto, Lucca - Foto G. Tatge


Nel 2017 cade l’anniversario dei trent’anni dalla scomparsa di Carlo Ludovico Ragghianti, uno dei massimi storici, critici e teorici dell’arte italiani del XX secolo. La Fondazione Ragghianti, intitolata a lui e alla moglie Licia Collobi, nacque nel 1981, trovando sede nel Complesso monumentale di San Micheletto a Lucca, città natale dello studioso. In questi decenni si sono succeduti direttori, presidenti, iniziative, pubblicazioni, mostre, allestimenti e significativi lavori di ristrutturazione degli spazi, che hanno lasciato un segno profondo nella fisionomia di questa istituzione. Nasce così l’idea della mostra “Una storia d’arte. La Fondazione Ragghianti e Lucca 1981-2017” che ripercorre la storia della Fondazione e delle molte importanti esposizioni organizzate negli anni attraverso un’ampia documentazione di immagini, manifesti, disegni e videointerviste ad artisti girate in occasione delle loro personali. Dal 4 marzo al 17 aprile. Via San Micheletto 3. Aperta dal martedì alla domenica 10-13 e 15-19. Ingresso libero.

Info: www.fondazioneragghianti.it


MONTESPERTOLI / Mangio bene… vivo meglio

Teoria e pratica dello stare bene, con gusto e in movimento. Si può vivere meglio con poche regole che la Pubblica Assistenza Croce d’Oro di Montespertoli promuove con il progetto “Mangio bene… vivo meglio”, organizzato in collaborazione il Comune di Montespertoli, Arci, la Coop di Montespertoli, le associazioni Seminaria, Grani Antichi Montespertoli, Noi che…, Toscana Nord Walking e l’azienda agricola Latini. Il progetto propone due cicli di incontri, a marzo e settembre, su nutrizione, relazione tra cibo e psiche e esercizio fisico, in un'ottica interattiva ed esperienziale. Si comincia con gli incontri del 15, 22, 29 marzo e 1 aprile (ore 21.15), presso il centro culturale Le Corti: “Gli alimenti”, “Alimentazione e benessere”, “La produzione agro-alimentare” e, per finire, una passeggiata con degustazione di prodotti locali presso il Podere San Ripoli e workshop a cura di Seminaria.

Info: www.pacrocedoromontespertoli.it - anpas_montespertoli@libero.it - tel. 0571609642


PRATO / Avvicinarsi alle arti

Prosegue fino al 10 aprile il ciclo di incontri organizzati dal Centro Pecci, che analizza i protagonisti della storia dell’arte, della musica, del cinema e del teatro, attraverso incontri divulgativi tenuti da esperti riconosciuti e giovani studiosi, che introducono il pubblico alle opere dei protagonisti del Novecento e della contemporaneità, con l’aiuto di immagini, musica e video. A marzo e aprile protagonista il teatro, con appuntamenti dedicati a Stanislavskij, Brecht e Beckett, al teatro italiano del primo e secondo dopoguerra, da Pirandello a Fo, a Grotowski e Kantor, al Living Theatre e al teatro contemporaneo internazionale, con Castellucci e Ostermeier. Il lunedì e mercoledì dalle 21 alle 23 al Centro Pecci (viale della Repubblica 277). Ingresso 5 euro (libero per disoccupati e studenti).

Info: 0574531840, www.centropecci.it



SESTO FIORENTINO / Eterno femminino in mostra

Inaugurazione il 26 marzo per “La Vergine e la Femme Fatale”, esposizione che intende rivisitare l’immaginario legato all’eterno femminino nella cultura figurativa europea fra ‘800 e ‘900. In mostra circa 300 opere grafiche tra incisioni e illustrazioni di libri e riviste che ci restituiscono un universo femminile dalle mille sfaccettature e contraddizioni, alle soglie di un progresso e di un’emancipazione dei costumi ormai sentiti in tutta la loro impellente necessità. Organizzata dal gruppo La soffitta spazio delle arti del circolo Arci-Unione operaia di Colonnata, in collaborazione con il Comune di Sesto Fiorentino (Fi), la mostra prosegue fino al 31 maggio nelle due sedi espositive legate al progetto “AltoBasso”, giunto alla settima edizione: il centro espositivo Antonio Berti di via Bernini e La soffitta spazio delle arti, all’ultimo piano del circolo Arci-Unione operaia di Colonnata.

Info: 055442203


MAUTHAUSEN

Viaggio nella memoria

Il 5 maggio del 1945 le avanguardie della 3ª armata Usa raggiunsero il lager di Mauthausen. Fu l’ultimo dei principali campi nazisti a essere liberato. Le manifestazioni in occasione del 72° anniversario della sua liberazione sono solo uno dei momenti del viaggio-studio in visita agli ex campi di sterminio nazisti organizzato, dal 4 all’8 maggio, dalla sezione fiorentina di Aned-Associazione nazionale ex deportati. Oltre al lager di Mauthausen, il viaggio prevede infatti visite a Dachau, Ebensee e, sulla via del ritorno, alla Risiera di San Sabba, a Trieste. La quota base di partecipazione (minimo 48 partecipanti per pullman) è di 499 euro per gli adulti e di 427 euro per i ragazzi.

Info: Demidoff Viaggi, 055848490, info@demidoffviaggi.com