Mauro Lusetti confermato all’unanimità

Scritto da La Redazione |    Febbraio 2015    |    Pag.

Mauro Lusetti è stato confermato all’unanimità presidente di Legacoop Nazionale al termine del 39° Congresso dell’associazione che si è svolto a Roma dal 16 al 18 dicembre. Lusetti era stato eletto alla guida di Legacoop che, nata 125 anni fa, raccoglie oltre 12.000 cooperative l’8 maggio scorso e il 4 giugno era stato chiamato a guidare anche l’Alleanza delle cooperative italiane.

Mauro Lusetti è nato a Sassuolo (Modena) nel 1954. Il suo percorso professionale nel mondo della cooperazione inizia a 20 anni nella Federcoop di Modena e nel 1980 approda a Mercurio Modena, la cooperativa che riunisce i dettaglianti della provincia. In questo settore si svolge il suo percorso professionale, che lo porta nel 1998 a essere protagonista della nascita di Nordiconad, di cui tre anni dopo diviene Amministratore delegato.

«È stato un congresso importante. È stato un bel congresso. Per noi è un nuovo inizio – ha dichiarato Lusetti -. L'ultimo miglio verso il traguardo della costituzione dell’Aci dove andiamo, sicuri, che i nostri valori e i nostri ideali saranno ben custoditi. Grazie alle cooperatrici e ai cooperatori che per tre giorni, con passione, con intelligenza, con creatività, hanno saputo discutere, analizzare senza ipocrisie il passato, guardare con fiducia al futuro.

Non ci siamo fatti ingabbiare dentro i confini della dolorosa vicenda romana, ma non abbiamo neppure fatto finta di niente. La maturità o l'orgoglio che abbiamo dimostrato sono il miglior viatico per garantire, al nostro Paese, che può sempre fare affidamento sicuro sulla cooperazione e in particolare su Legacoop». «Usciamo da questo Congresso – ha spiegato Lusetti nel discorso conclusivo – con l’unità e la determinazione necessarie per realizzare nei prossimi mesi le decisioni che abbiamo assunto. Si apre, infatti, per noi una fase nuova ed importante di responsabilizzazione e protagonismo dei soci e delle cooperative, di autoriforma della nostra organizzazione e di lavoro comune per costruire l’Alleanza delle Cooperative».

Il 39° Congresso, articolato in sei sessioni di lavoro nelle quali sono intervenuti oltre 80 delegati, ha visto la partecipazione tra gli altri del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Graziano Delrio, di don Luigi Ciotti, dei ministri Giuliano Poletti (Welfare), Maurizio Martina (Politiche agricole), Maurizio Lupi (Trasporti) e Giancarlo Padoan (Economia), del viceministro Claudio De Vincenti (Sviluppo economico) e del sottosegretario Sandro Gozi (Affari europei).