Un'abitazione realizzata in Toscana con materiali riciclabili e biodegradabili, a basso costo

Scritto da Giulia Caruso |    Gennaio 2012    |    Pag.

Giornalista Si è formata professionalmente come collaboratrice stabile della cronaca toscana de l'Unità, redazione cultura e spettacoli, dal '90 al '97, per la quale si è occupata di musica - in prevalenza rock - moda, costume e cinema. Attualmente collabora con il Corriere di Firenze per il quale è corrispondente per la cronaca locale da Empoli, e per il mensile Rockstar. Esperta di linguaggi e culture giovanili, di viaggi e turismo, è inoltre appassionata di enogastronomia.

Pensate al vecchio detto "due cuori e una capanna". Immaginate, poi, una casa di paglia e legno e altri materiali riciclabili. Una casa che tra qualche decina d'anni, esaurita la propria funzione, potrebbe essere quasi interamente biodegradata. E, dulcis in fundo, aggiungeteci un ottimo rapporto qualità-prezzo. Non stiamo sognando: case del genere, spuntano qua e là in Francia e Germania; e ben presto, anche qui da noi, diventeranno realtà. La prossima primavera, infatti, un edificio di legno e paglia sorgerà nel comune di Castiglione del Lago, al confine tra Toscana e Umbria. Autori del progetto, due giovani architetti fiorentini, Sara Bartolini e Matteo Pierattini, che su richiesta del committente dell'abitazione, si sono prefissi di costruire un'architettura ecologicamente ed economicamente sostenibile, e altamente efficiente dal punto di vista energetico.

Fai-da-te
Grazie alla facilità di assemblaggio dei materiali utilizzati, la tecnica Greb (Gruppo ricerche ecologiche della baia, ideata in Quebec nel 1994) favorisce la pratica dell'autocostruzione degli edifici da parte degli abitanti stessi, riducendo in maniera considerevole i costi. «Questa tecnica vuole democratizzare la realizzazione di una casa - sottolineano Bartolini e Pierattini -. Grazie all'utilizzo di materiali poveri, e anche perché ognuno può costruirselo da sé, i costi per la realizzazione di un edificio possono essere abbassati notevolmente, rispetto alle costruzioni tradizionali, arrivando anche alla cifra di 500 euro al metro quadro. E questa, secondo noi, è una delle maggiori innovazioni in questo senso».

Aspetto nordico
Vista dall'esterno la casa ecologica appare come una costruzione dalle linee sobrie, dall'aspetto vagamente nordico. Come spiega Sara Bartolini, «grazie all'utilizzo della paglia, la casa avrà un ottimo isolamento termico, permettendo notevoli risparmi. Come progettisti abbiamo cercato di unire innovazione e tradizione. Per le linee architettoniche, abbiamo ripreso molti dei caratteri degli edifici rurali della zona, interpretandoli in chiave contemporanea». La paglia è stata acquistata da una vicina azienda agricola, e il legno da un produttore locale. Unica eccezione, le fondamenta in cemento armato, obbligatorie secondo la normativa antisismica. Avrà una struttura portante in legno, un telaio di montanti orizzontali. La paglia, sotto forma di ballette sarà inserita all'interno di questo telaio e protetta a sua volta da uno strato di malta, sul quale sarà poi applicato l'intonaco di finitura. L'interno, grazie agli intonaci in terra cruda, garantirà il mantenimento di un livello costante di umidità.

Sole e vento
Sarà riscaldata da due pannelli solari termici e da una stufa a legna. La collina su cui sorgerà l'edificio, sul crinale tra due laghi, Trasimeno e lago di Chiusi, è spesso battuta da venti che saranno sfruttati per la produzione di energia elettrica, grazie a una mini turbina eolica verticale di ultima generazione. Gli architetti hanno studiato accuratamente la zona cercando di sfruttare al massimo i raggi del sole. Una grande apertura a sud assicurerà l'irraggiamento invernale, ma sarà riparata dal sole estivo, da piante a foglia caduca. Particolare importanza è stata data al rapporto con il paesaggio; il luogo è in una posizione tale che permette di abbracciare con lo sguardo il territorio che va da Città della Pieve a Montepulciano, a Cortona, a Chiusi e ai laghi.
Una grande terrazza su cui si affacceranno cucina e soggiorno, permetterà agli abitanti di godere questo splendido panorama.

Info: arch.bartolini@gmail.com - arch.pierattini@gmail.com