Scritto da Edi Ferrari |    Gennaio 2010    |    Pag.

Giornalista. Dal 1988 nel magico mondo della comunicazione (uffici stampa, pubbliche relazioni, editoria, eccetera), e con una quasi (senza rimpianti) laurea in Lettere, collabora con Unicoop Firenze anche per l'aggiornamento dei contenuti del sito internet, per le pagine del tempo libero. Ha lavorato anche nella redazione di Aida (attuale Sicrea), dove si è occupata principalmente della realizzazione di trasmissioni televisive, fra le quali anche InformaCoop. Per l'Informatore si occupa delle pagine degli "Eventi".

La strada del teatro passa anche per Agliana, in provincia di Pistoia, dove il Teatro Cinema Moderno accende i riflettori della sua prima stagione all'insegna di una qualità, spiega il direttore artistico David Spagnesi «raccontata dal valore artistico delle proposte, non dal loro prezzo di listino. Niente personaggi televisivi, insomma, niente nomi altisonanti senza i quali lo spettacolo non ha alcun senso, niente autori "sicuri" - i Pirandello, gli Shakespeare, i Beckett -, niente facili comici cabarettisti. Ma, soprattutto, nessuna proposta che faccia uscire il pubblico dal teatro con l'impressione di aver passato due ore noiossime o incomprensibili».

Rischio davvero improbabile, a cominciare dallo spettacolo che inaugura la stagione: il 9 gennaio si comincia con beffe e sghignazzi, travestimenti e amori del boccaccesco Decamerone messo in scena da Arca Azzurra Teatro. Impegno civile e un'occasione per riflettere sul nostro sud, per l'unica data toscana (il 15) di Lavori in corso, testo di Claudio Fava interpretato da Claudio Gioè che racconta la storia della costruzione del Ponte sullo Stretto, e soprattutto racconta dell'asse impresa-politica-mafia e dell'ombra di quel ponte che si allunga inesorabile sulla tragedia dei popoli del Sud.

La stagione di prosa si chiude il 23 con le Donne perdute quasi disperse interpretate da Monica Menchi e Marcellina Ruocco che, fra ironia e sarcasmo, parlano d'amore e dei molti e diversi punti di vista dai quali osservarlo.

Le molte proposte del Teatro Cinema Moderno, che comprendono anche musica e teatro per ragazzi, proseguono fino a maggio.

Per i soci ingresso in convenzione.

Info tel. 0574673887, www.teatrocinemamoderno.it.


Nelle immagini, alcune scene dello spettacolo Decamerone