Ricomincia dal 15 gennaio, sempre la terza domenica del mese

La stagione non aiuta (una passeggiata all'aperto sotto la pioggia non è proprio il massimo), e Il dì di festa ridimensiona un po' il numero delle sue proposte. Sono infatti 18 quelle preparate per l'appuntamento del 15 gennaio, ma numero minore non vuol dire minore attenzione alla qualità e originalità degli eventi.

Dopo aver puntato l'obiettivo, nelle ultime edizioni, sul territorio e su alcuni suoi aspetti come l'enogastronomia, gli appuntamenti di questo mese e del prossimo sono tutti all'insegna della cultura in forma di spettacolo, ossia «tutte proposte - spiega Marcella Vannuzzi, coordinatrice del Gruppo de Il dì festa - che vogliono spettacolarizzare la cultura, ma senza sminuirne l'importanza ovviamente. Per esempio la visita guidata al Museo Goldoni di Livorno, o Cantami o Diva, una sorta di recita di alcuni brani dell'Iliade al Museo Archeologico di Firenze».

« Un legame con lo spettacolo ma anche «per la prima volta, la partecipazione diretta del pubblico - sottolinea Riccardo Vannini dell'Associazione Cooperative servizi. - Cioè non ci si limita ad assistere, ma si interagisce, si prende parte in prima persona. E come esempio penso alla proposta sul tango (lezione e poi ballo libero) alla Casa del Popolo di Quinto Alto a Sesto Fiorentino».
La curatrice del sito www.ildidifesta.it (dove trovate tutte le informazioni aggiornate) Mariella Marzuoli sottolinea infatti il carattere di "leggerezza" che contraddistingue le proposte di questa edizione, e poi il fatto che, sempre a Firenze, ce ne siano molte rivolte alle famiglie con bambini: da "Il mondo in una valigia" alla Sinagoga, all'iniziativa organizzata al Museo Horne all'interno della mostra "Le stanze dei tesori", con una vera e propria visita "narrata" che racconta stanze e oggetti, alla scoperta del David di Michelangelo alla Galleria dell'Accademia... a suon di musica.
E buona domenica a tutti.