Commercio equo e solidale con la comunità che vive in una zona desertica

Scritto da Anna Somenzi |    Gennaio 2012    |    Pag.

Giornalista. Nata a Cremona, cresciuta a Bologna della quale ha assorbito, e goduto, l'emilianità. E' diventata giornalista professionista "da grande", ma lavora nell'editoria da molto tempo in giornali aziendali del movimento cooperativo, prima Comma di Conad e poi Consumatori di Coop. Si occupa soprattutto di prodotti e produzioni, consumi e consumatori. Da qualche anno, sempre per Coop, lavora anche come coordinatrice editoriale per la collana dei Quaderni dei consumatori dell'Editrice Consumatori.


Siamo in Perù, in una zona desertica dove è stata introdotta relativamente di recente la coltivazione della banana, in una valle alluvionale, in regime di coltivazione biologica grazie al sostegno del commercio equo e solidale che favorisce l'associazione fra piccoli produttori. Li segue Franco De Panfils, titolare di OrganicSur, azienda di importazione di prodotti biologici dal Sud America. Fornisce supporti tecnici e amministrativi e verifica la correttezza degli investimenti. Qui, da una cooperativa di piccoli produttori, sono coltivate le banane Solidal Coop biologiche.

Franco De Panfils parla con entusiasmo del suo lavoro e dei rapporti non solo commerciali che instaura con i produttori con i quali opera. «I bambini sono il principale oggetto della nostra azione, perché anche loro hanno immediato ritorno dal commercio equo che prevede contratti sicuri e lunghi fra produttori e distributori, quantità minima, prezzo minimo garantito, premio extra per "corredo sociale" alla comunità dei produttori. E il corredo sociale sono gli investimenti per la comunità intera: servizi sanitari, assistenza sociale, scuole, viabilità, trasporti... I bambini finalmente non lavorano ma vanno a scuola».

Le aziende biologiche sono sottoposte a controlli e ispezioni dagli enti di certificazione in qualsiasi parte del mondo operino, i prodotti importati sottostanno al regolamento vigente per le produzioni di agricoltura biologica della comunità europea.