Ecco Piùscelta, il nuovo sito di Unicoop dove è possibile comprare on line

Scritto da Sara Barbanera |    Maggio 2012    |    Pag.

Laureata in Scienze della comunicazione presso l'Università La Sapienza di Roma nel 2001, nel 2016 consegue la laurea in Sviluppo Economico e Cooperazione Internazionale presso l'Università degli studi di Firenze.

È giornalista dal 2001, dopo la collaborazione con la cronaca umbra del Messaggero e con altri periodici locali.

Dal 2004 lavora in Unicoop Firenze dove, per 5 anni, ha svolto attività in vari punti di vendita, con un percorso di formazione da addetta casse a capo reparto servizio al cliente. Dal 2009 al 2011 ha coordinato le sezioni soci Coop di Firenze.

Dal giugno 2011 è direttore responsabile dell'Informatore Unicoop Firenze, responsabile della trasmissione Informacoop e della comunicazione digitale presso gli spazi soci Coop.

(Foto di C. Valentini)

Piùscelta, questo il nome del sito dove, dallo scorso aprile, i soci di Unicoop Firenze possono comprare on line, con la stessa sicurezza di un acquisto in punto vendita e con molte opportunità in più rispetto ai canali di vendita tradizionali.
Quali le caratteristiche? Semplici nella pratica e innovative nella portata, come ci ha spiegato con energia ed entusiasmo Alessandra Gori, che ha coordinato i vari aspetti del progetto, dagli assortimenti alla sicurezza dei pagamenti, fino al coinvolgimento dei primi 24 punti di vendita attivi: «Nonostante il ritardo tecnologico, dal 2006 anche in Italia le vendite on line sono raddoppiate: nel 2011 nove milioni di clienti di tutte le d'età hanno fatto acquisti per 8 miliardi di Euro. In effetti Internet dà accesso a prodotti particolari, che non hanno una distribuzione capillare o più semplicemente, aiuta a fare buoni affari».
I segnali indubbiamente incoraggianti hanno trovato risposta in Piùscelta dove, con una semplice registrazione, potranno da subito fare acquisti validi per la raccolta punti:
«A parità di garanzie - aggiunge Alessandra Gori -, questo progetto è la risposta ad una crescente domanda dei nostri soci di assortimenti più ampi e qualificati, che da oggi caratterizzeranno anche i punti vendita più piccoli».
Il tutto avviene all'interno di un ambiente di facile navigazione e dalla grafica molto lineare, che fornisce passo dopo passo le indicazioni per compiere l'acquisto: «Nel solco di qualità, convenienza e sicurezza - secondo Gori - abbiamo innestato uno strumento nuovo che amplia la nostra offerta con prodotti particolari, di marchi noti, difficilmente reperibili nella grande distribuzione e con prezzi a dir poco competitivi».


Un accento particolare cade proprio sulla sicurezza che è forse il maggior timore degli acquirenti on line, come conferma Alessandra: «Nel nostro caso il pagamento è totalmente garantito dalla certificazione Secure 3D Visa e Mastercard; in concreto, i dati del cliente non vengono registrati né detenuti da Unicoop Firenze, ma criptati nella trasmissione al circuito interbancario che li gestisce in modo protetto».
Sicurezza, però, è qualcosa in più della semplice garanzia di non essere frodati: in senso più ampio, significa anche assistenza durante e dopo l'acquisto, perché questo non sia un percorso ad ostacoli fra operatori vocali automatici, modulistica, codici di accesso e linee intasate. Non a caso, all'ordine e al pagamento on line con carta di credito o prepagata, segue il ritiro del prodotto nei punti vendita dove il box informazioni sarà il punto di riferimento, attraverso un indirizzo di posta elettronica dedicato (piuscelta@coopfirenze.it), come precisa Piero Forconi, consigliere delegato area commerciale: «I punti vendita restano un luogo centrale, proprio perché i soci sappiano che non stanno comprando da un qualsiasi venditore, ma stanno scegliendo da uno scaffale virtuale che solo per esigenze di spazio, non è collocato nel loro punto vendita di fiducia; l'abbiamo chiamato Piùscelta perché, pur lasciando intatta l'importanza del contatto personale e del servizio in punto vendita, il canale on line amplia l'assortimento e aggiunge vantaggi all'acquisto». Vantaggi che non sono di poco conto, dato che il trasporto è sempre gratuito e non comporta l'estenuante attesa del corriere.


Se invariate sono tutte le normali garanzie dei soci, compresa quella della scontistica legata all'acquisto con i punti, lo scaffale virtuale accresce invece la possibilità di soddisfare esigenze nuove, o forse già mature, come spiega bene Piero Forconi: «A volte si esita pensando che i nostri soci non siano pronti o interessati a certe opportunità. In realtà la nostra storia ci dice che i soci sono i primi ad accogliere con prontezza le buone novità, dando prova che il cambiamento era già maturo».
Non resta quindi che lasciarsi incuriosire da un'offerta che apre le danze di una nuova stagione, con un piccolo omaggio per i primi che si registreranno:
«Proporremo prodotti per il consumo familiare e giovane, per la casa e legati a benessere e salute, con produzioni made in Italy e di aziende locali innovative. Ma questo non è che il primo passo di un percorso che arricchiremo presto con altre possibilità».
Le proposte on line saranno riportate anche nel volantino delle promozioni e, su richiesta, comunicate via mail con una newsletter quindicinale: ma un clic in più potrebbe riservarvi la sorpresa del giorno o l'insospettata offerta dell'ultima ora!

Frode informatica: come comportarsi?
L'argomento è complesso, ma qualche esempio pratico sull'uso delle carte di pagamento aiuta a navigare tranquilli.
Uso dei dati
Banche e aziende non richiedono mai password e codici segreti in un messaggio di posta elettronica. L'unico caso di uso dei dati della vostra carta di credito è nel corso di un acquisto on line che voi stessi avete deciso di fare.
Le richieste via e-mail
Anche se la mail di richiesta di dati personali proviene dalla vostra banca, nel dubbio chiedete una conferma telefonica all'istituto prima di rispondere per posta elettronica.
Segnalare un abuso
Banche ed aziende dispongono di indirizzi elettronici appositi per denunciare sospetto di frode.
Accedete al sito della banca digitando il suo indirizzo web nella barra indirizzi on line, diffidando di presunti link ricevuti via mail. In caso di uso sospetto dei vostri dati, è opportuno informarne anche la Polizia Postale e delle Comunicazioni.
Il rendiconto bancario
È buona norma verificare regolarmente il rendiconto bancario e, in caso di movimenti non riconosciuti, telefonare immediatamente al proprio istituto bancario o ai numeri verdi della società emittente della carta, di norma attivi 24 ore su 24.