Ingresso libero per tutte le donne l’8 marzo al Museo Madonna del Parto di Monterchi (Arezzo).

Scritto da Edi Ferrari |    Marzo 2016    |    Pag. 46,47

Giornalista. Dal 1988 nel magico mondo della comunicazione (uffici stampa, pubbliche relazioni, editoria, eccetera), e con una quasi (senza rimpianti) laurea in Lettere, collabora con Unicoop Firenze anche per l'aggiornamento dei contenuti del sito internet, per le pagine del tempo libero. Ha lavorato anche nella redazione di Aida (attuale Sicrea), dove si è occupata principalmente della realizzazione di trasmissioni televisive, fra le quali anche InformaCoop. Per l'Informatore si occupa delle pagine degli "Eventi".

Piero della Francesca, La Madonna del Parto

Segnalazioni

L’iniziativa, promossa dal Comune, è alla sua seconda edizione, e vuole essere un modo per celebrare questa festa all’insegna della cultura, del dialogo e del confronto.

Il Museo custodisce infatti un’opera, capolavoro assoluto di Piero della Francesca, che esalta ad altissimo livello la figura femminile, in un momento della vita tanto importante come la gravidanza, tema di grande attualità in un Paese come il nostro che deve percorrere ancora molta strada per attuare una vera politica che aiuti le donne a conciliare lavoro e maternità.

Per questa occasione, i musei di Monterchi restano aperti con orario continuato dalle 9 alle 17. Il Museo è in via della Reglia 1.

Info tel. 057570713, sul web www.madonnadelparto.it

CAPANNORI

Antiche camelie in mostra

Un angolo del Camelieto compitese

Un richiamo irresistibile per pollici verdi, amanti della vita all’aria aperta, appassionati di tè: torna a Capannori (Lucca) l’appuntamento con le “Antiche camelie della Lucchesia” nei fine settimana del 5-6, 12-13, 19-20 marzo.

Giunta alla 27ª edizione, la mostra trasformerà i borghi di Pieve e Sant’Andrea di Compito in uno scrigno di bellezze naturali, offrendo anche bontà gastronomiche con prodotti locali a filiera corta, curiosità botaniche e culturali, con mostre fotografiche e pittoriche.

Uno dei grandi protagonisti sarà il Giappone: tante le curiosità da scoprire e i sapori da gustare, la maggior parte dei quali legati al principale prodotto della pianta di camelia, il tè.

Da non perdere la mostra scientifica delle camelie, con specie uniche e rare, le piante secolari racchiuse tra le mura di ville storiche eccezionalmente aperte al pubblico, la piantagione di tè, unica in Italia, e il camelieto, area di oltre 7000 metri quadrati in cui vengono conservati circa 1000 esemplari provenienti da quasi tutto il mondo.

Aperta dalle 10 alle 18. Ingresso 6 euro.

Info: Centro Culturale Compitese tel. 0583977188, sul web www.camelielucchesia.it

CORFINO

Camminando camminando

La Festa del camminare 2015

Andamento lento, per esperti o neofiti, immersi nella magia dei paesaggi toscani. Questo mese segnalazione per due iniziative che abbinano agli itinerari nella natura, iniziative conviviali.

Dal 18 al 28 a Corfino (Lucca), in Garfagnana, con base al rifugio Isera, si rinnova la “Festa del Camminare”, giunta alla terza edizione e dedicata quest’anno al cambiamento: trekking a cavallo e con gli asini, letture in cammino, passeggiate al chiaro di luna, consigli su come fare lo zaino, sulla scelta delle scarpe più adatte e sul cibo da viaggio, percorsi in bici con pedalata assistita, spettacoli, teatro, musica, lezioni e laboratori sul camminare, incontri al caminetto.

Escursioni, viaggi a piedi, passeggiate comprese tra Lucca, Altopascio, Fucecchio, Pontedera, Pisa e Livorno, in una grande area che ha il fulcro sul versante sud-est del Monte Pisano e si estende per pendici e pianure, bagnate dall’Arno, per la “Festa dei Camminanti” a Vicopisano (Pisa) dal 25 al 28. Anche in questo caso sono previsti momenti conviviali e di ristoro, spettacoli, feste, incontri (fra gli altri, con il filosofo Luigi Lombardi Vallauri).

Info: “Festa del Camminare” tel. 0583356177-82, www.festadelcamminare.it ; “Festa dei Camminanti” tel. 050711127, www.camminanti.it

CALENZANO

Soldatini e bambole in mostra

Appuntamento imperdibile per collezionisti, semplici amatori e bambini da 0 a 100 anni, torna a Calenzano (Firenze) il “Salone del soldatino e della bambola d’epoca”.

Gli appassionati di soldatini ne troveranno di ogni tipo (dal piombo alla plastica, alla pasta), dimensioni ed epoche. E poi gli accessori, le basette, i pennelli, gli arnesi per costruire plastici e ambientazioni.

Per chi ama le bambole, tante le nazionalità di provenienza (italiane, francesi, tedesche, inglesi) e i materiali, dal bisquit al panno lenci. In mostra, spazio a produttori, editori, privati, ma anche ai restauratori, con la possibilità di assistere in diretta alle diverse fasi dei processi di restauro e conservazione.

Nell’ambito del Salone, si svolge anche il 17° concorso internazionale “Frammenti di storia”, riservato ai soldatini modelli da collezione, con la partecipazione di club da tutta Italia e da alcuni paesi europei.

Il 12 e 13 marzo al centro congressi Hotel Delta Florence, via Vittorio Emanuele 3. Ingresso a offerta libera.

Info tel. 055882041–330565439, e-mail a.barlacchi@mclink.it

FIRENZE

C’è vita nello spazio?

Quali sono le condizioni per l’insorgere della vita nello spazio? Ci sono pianeti abitabili intorno a stelle simili al nostro sole?

Vincenzo Barone (preside di Scienze matematiche e naturali della Scuola normale superiore di Pisa) e Leonardo Testi (astrofisico dell’Osservatorio astrofisico di Arcetri e dell’European southern observatory), risponderanno a questi interrogativi in due conferenze aperte al pubblico organizzate nell’ambito del primo Workshop italiano di Astrochimica.

Appuntamento l’11 marzo alle 18 all’Altana di Palazzo Strozzi (piazza Strozzi). Prenotazione obbligatoria allo 0552752244 (dalle 10 alle 12).

Info www.arcetri.astro.it

LUCCA

Lucca teatro festival

Spettacoli, incontri e workshop: dieci giorni di teatro dedicato alle scuole, ai giovani e alle loro famiglie: dall’11 al 20 marzo, seconda edizione del “Lucca teatro festival”, “Che cosa sono le nuvole”, inserito nella programmazione di “Teatro ragazzi”, curata dal Teatro del Giglio.

Il festival propone un cartellone che vede la partecipazione di compagnie provenienti da tutta Italia, con decine di appuntamenti dedicati ai giovani, e si articolerà ogni giorno in diversi momenti: la mattina con spettacoli dedicati alle scuole, e il pomeriggio e la sera con eventi per ragazzi, adulti e famiglie.

Ai workshop per i giovani si aggiungono quest’anno i laboratori rivolti alle persone con disabilità. In collaborazione con gli istituti scolastici c’è anche il concorso artistico “L’isola che non c’è”: le opere saranno esposte durante le giornate del festival nelle sale di Palazzo Ducale in piazza Napoleone.

Info: www.luccateatrofestival.it

Nella foto: Lupus in fabula, Lucca teatro 2015

FIRENZE

Per non dimenticare

Eyal Lerner

All’interno degli eventi dedicati al “Giorno della memoria” (ricorrenza internazionale che si celebra il 27 gennaio di ogni anno come giornata in commemorazione delle vittime dell’olocausto), l’8 marzo al Conservatorio musicale “Luigi Cherubini” di Firenze viene presentato lo spettacolo diretto e realizzato da Eyal Lerner Che non abbiano fine mai. La memoria ebraica fra musica e racconti.

Lo spettacolo, coinvolgendo direttamente sul palco gli studenti delle scuole, racconta la Shoah attraverso gli ultimi istanti di vita di Enzo Sereni e Chana Senesh, e rievoca la storia del popolo ebraico attraverso gli aspetti musicali e i racconti legati alla tradizione.

Lo spettacolo è parte di un progetto di formazione e didattica sulla Shoah che il 7 e 9 marzo si rivolgerà agli studenti e ai docenti del Liceo classico musicale “Dante” di Firenze, e agli studenti del corso di Silvia Guetta, docente di Pedagogia interculturale all’Università di Firenze.

Spettacolo alle 10. Il Conservatorio è in piazza delle Belle Arti 2.

Info tel. 0552989311, sul web www.conservatorio.firenze.it

SANSEPOLCRO

Presepe pasquale

Volontari all’opera a Gricignano, frazione di Sansepolcro (Arezzo), per la realizzazione del “Presepe pasquale”, iniziativa giunta al terzo anno che propone i momenti più significativi della vita di Gesù - in particolare la passione, la crocifissione e la resurrezione – attraverso la ricreazione di minuziosi quadri e curatissime scenografie che ricreano ambienti e luoghi, come narrati dai quattro evangelisti.

Il presepe, visitabile dal 20 marzo al 10 aprile, si trova nella sede della Pro loco (via G. Di Vittorio 63). Orari di apertura: festivi dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 19.30, prefestivi dalle 15 alle 19.30; giovedì, venerdì e sabato santo dalle 15 alle 22.

Per visite collettive o fuori orario: Bruno 3348725569, Roberto 3388673407, Renato 3487058311, Franco 3492949911, Alessandro 3387220089. L’ingresso è libero.

Info su www.prolocogricignano.org

FIRENZE

Sgarbi racconta Caravaggio

“Caravaggio è doppiamente contemporaneo. È contemporaneo perché c’è, perché viviamo contemporaneamente alle sue opere che continuano a vivere; ed è contemporaneo perché la sensibilità del nostro tempo gli ha restituito tutti i significati e l’importanza della sua opera. Nessuno è più vicino a noi, alle nostre paure, ai nostri stupori, alle nostre emozioni, di quanto non sia Caravaggio”, dice Vittorio Sgarbi.

E sarà proprio il critico d’arte a condurre lo spettatore attraverso la vita e la pittura rivoluzionaria di Michelangelo Merisi, nello spettacolo teatrale Caravaggio, arricchito dalla musica di Valentino Corvino e dalle immagini delle opere più rappresentative del pittore lombardo curate dal visual artist Tommaso Arosio.

Appuntamento il 23 marzo all’Obihall (via F. De Andrè, angolo lungarno A. Moro).

Info tel. 0556504112, sul web www.obihall.it

FIRENZE

“Nutrirsi d’altrove”

Un libro di ricette etniche, che va oltre l’aspetto puramente culinario: in Nutrirsi d’altrove le ricette sono state scelte da un piccolo gruppo di donne provenienti da 17 paesi del mondo, che hanno accettato di raccontare qualcosa della loro storia proprio partendo dal cibo.

Il libro – a cura delle associazioni Transafrica sviluppo e Hypatia – è di prossima pubblicazione, e sarà presentato il 7 marzo alle 19 al Mercato Centrale di Firenze.

L’incontro è organizzato da Just Women - associazione culturale che si propone di fare rete fra le tante associazioni presenti sul territorio fiorentino che si occupano di tematiche ‘al femminile’ – e sarà anche occasione per presentare il progetto per la realizzazione di una giornata formativa all’Istituto alberghiero Saffi, durante la quale saranno preparati, insieme alle donne dell’associazione Hypatia protagoniste del libro, alcuni dei piatti narrati nel volume.

Info: justwomenfirenze@gmail.com

MASSACIUCCOLI

Soggiorni nella natura

Due fine settimana lunghi (25-28 marzo e 22-25 aprile) nel casale della Lipu, sulle rive del lago di Massaciuccoli (Lucca), dedicati alla scoperta dei più suggestivi ambienti del Parco naturale Migliarino–San Rossore–Massaciuccoli fra passeggiate ed escursioni nei barchini, ammirando le fioriture degli iris e partecipando alla liberazione di rapaci e uccelli acquatici curati presso i centri di recupero Lipu.

A disposizione dei partecipanti anche tempo libero da dedicare a passeggiate nei dintorni o alla visita di città d’arte come Pisa, Lucca e Viareggio.

Info c/o oasi Lipu Massaciuccoli, tel. 0584975567, sul web www.oasilipumassaciuccoli.org

SCANDICCI

La nuova vita del Teatro Studio

Foto di Filippo Manzini

Il Teatro Studio “Mila Pieralli” di Scandicci (Firenze) entra nel sistema della Fondazione Teatro della Toscana (Pergola e Niccolini a Firenze, Era a Pontedera) e dà il via a una stagione che durerà fino all’estate e che vedrà in scena fra gli altri Medea di Gabriele Lavia (1°- 6 marzo), Manca solo la domenica di e con Licia Maglietta (12-14 aprile), lo spettacolo che Marco Baliani ha dedicato alla prima guerra mondiale, Trincea (6-8 maggio).

Prevista anche l’apertura di “presidio” del Centro di avviamento all’espressione, la scuola del Teatro della Toscana ispirata al Metodo Costa: il “Centro di sviluppo dell’espressione e della creatività umana” non riguarda la formazione teatrale, ma vuole esplorare le possibilità formative espressive creative e comunicative dell’uomo moderno.

Inaugurazione a marzo con un corso aperto a tutti, per impostare un lavoro destinato in parte a confluire in quello che sarà il grande evento estivo pensato dal Teatro della Toscana per Scandicci: Shakeshakespeare, un mese di lavoro sul Bardo da metà giugno a metà luglio.

Info www.teatrodellatoscana.it