• 23/07/2021

LO SPID AL SUPER: DA LUNEDI SARA POSSIBILE IN 18 COOP.FI

Il 26 luglio parte il servizio in altri 14 punti vendita Unicoop Firenze che si uniscono ai 4 dove la sperimentazione è già attiva da due settimane. Solo nei primi otto giorni sono state ottenute 421 identità digitali e un centinaio di soci e clienti hanno avviato la procedura. Prenotazioni allo 800 050 760

Si allarga la possibilità di fare lo Spid al supermercato. Sono quattordici i punti vendita in cui il servizio partirà lunedì prossimo 26 luglio.

Nel dettaglio ai negozi di :
- Centro*Gavinana a Firenze,
- Centro*Empoli,
- Prato Pleiadi e
- Centro*Sesto a Sesto Fiorentino,

si aggiungono:

- Sansepolcro,
- Arezzo,
- Montevarchi,
- Pontassieve,
- Borgo San Lorenzo,
- Lastra a Signa,
- Poggibonsi,
- Siena Grondaie,
- Pistoia,
- Montecatini,
- Lucca Puccini,
- Cascina,
- Pisa Cisanello,
- Pontedera
- e dal momento dell'apertura il nuovo punto vendita temporaneo di Ponte a Greve a Firenze.

Lo Spid al supermercato nasce dalla necessità di fornire beni e servizi alle migliori condizioni possibili e dalla consapevolezza della difficoltà che molte persone stanno affrontando nella gestione della propria identità digitale. Chi non ha un pc, chi non ha le competenze per motivi culturali o anagrafici: il digital divide (termine inglese che indica la distanza tra chi sa usare le nuove tecnologie e chi non riesce) colpisce un po’ tutti. Da qui la scelta di Unicoop Firenze di ridurre un possibile disagio, dare una risposta nel momento dell’ottenimento dello Spid e allo stesso tempo instaurare una relazione.

La procedura per l'ottenimento dello Spid si svolge in un'area dedicata del supermercato, dove un dipendente Coop, appositamente formato, supporta il cittadino durante tutta la procedura. Nei primi otto giorni in cui il servizio è stato attivato nei negozi “pilota”, sono state 421 le identità digitali rilasciate, oltre ad un centinaio di procedure iniziate dai cittadini autonomamente, con i moduli scaricati a casa che verranno poi validati nei punti vendita per la conclusione dell'iter.

Insieme per i cittadini

L’iniziativa nasce a seguito dell’accordo sottoscritto fra Coop Italia e Namirial, per il rilascio dello Spid. Namirial è il fornitore che operativamente permette l’apertura dello Spid e ospita le identità digitali. Altre collaborazioni vedono in campo Anci Toscana, l’associazione dei Comuni, e in prospettiva, il Provveditorato agli studi della Regione Toscana, per affiancare ai dipendenti di Unicoop Firenze alcuni giovani volontari delle scuole superiori della Regione.

Come funziona

Basta prenotare al 800 050 760 (ogni giorno dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18) per poter accedere a quest’attività di aiuto concreto per il rilascio dello Spid, sia per concludere l’ultima fase, quella del riconoscimento digitale, presentando i moduli già scaricati e riempiti ed avendo già fatto alcune operazioni dal proprio pc di casa (procedura veloce, 5 minuti), sia facendo in punto vendita l’intera procedura (durata circa 25 minuti).

Durante la prenotazione sarà possibile indicare il supermercato scelto e verrà dato un orario a cui presentarsi nello spazio individuato per questa attività. L’attività si svolge dal lunedì al sabato dalle 9 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.

“I numeri registrati nei primi giorni del servizio nei punti vendita dove è partita la sperimentazione hanno evidenziato quanto sia forte la richiesta di un supporto per ottenere lo Spid. Siamo quindi molto contenti di poter annunciare l'allargamento del servizio ad altri quattordici punti vendita: in questo modo saranno diverse centinaia in più i cittadini che potranno avere accesso all'identità digitale nei territori dove opera Unicoop Firenze.

Lo Spid al Super nasce dalla convinzione che sia fondamentale fornire ai nostri soci e clienti un supporto nel percorso verso l'identità digitale, condizione indispensabile per la transizione digitale del Paese – fanno sapere da Unicoop Firenze – questo servizio è per noi espressione del nostro essere cooperativa, che mette al centro tutti i bisogni dei cittadini, in particolare di coloro che sono più fragili”.

Firenze, 23 luglio 2021